The Batman, Kravitz ha bevuto latte da una ciotola per preparsi [VIDEO]

Parlando con Jimmy Fallon, Zoe Kravitz ha raccontato di aver bevuto latte da una ciotola per preparasi al ruolo di Catwoman in The Batman

the batman, zoe kravitz
Condividi l'articolo

Uno dei tanti punti di forza del recentissimo The Batman, è sicuramente la performance degli attori coinvolti. Tra di loro spicca sicuramente Zoe Kravitz nei panni di Selina Kyle, a.k.a. Catwoman. L’attrice è recentemente stata ospite allo show di Jimmy Fallon, durante il quale ha confessato di aver bevuto latte da una ciotola per entrare meglio nella parte.

Beh, ho studiato i gatti e ho bevuto il latte da una ciotola – ha risposto la Kravitz quando le è stato chiesto il metodo utilizzato per approcciare al ruolo.

Non è vero dai, non l’hai fatto – ha risposto Fallon divertito

Si, l’ho fatto, sono una method actress – ha ribadito l’attrice. Ho guardato un sacco di video di gatti, video di felini, li ho guardati combattere. E ciò che mi interessava particolarmente era il fatto che non puoi capire nulla guardando la loro faccia, motivo per cui penso che le persone ne siano un po’ spaventate. Non puoi mai dire cosa faranno

L’attrice ha anche raccontato di come fossero davvero complicato gestire gli animali durante le riprese.

LEGGI ANCHE:  The Batman, un pipistrello invade la sala durante la proiezione [VIDEO]

Erano la cosa più difficile da controllare durante le riprese. Facevamo acrobazie pazzesche, e tutto andava bene. Ma poi, era impossibile far stare un gatto in un posto

La figlia dell’attrice Lisa Bonet e del rocker Lenny Kravitz ha infine raccontato di come è stata incoraggiata a stabilire una connessione con quelli che sarebbero stati i gatti di Selina in The Batman.

Hanno cercato di farmi conoscere i gatti che sarebbero stati i gatti di Selina, ed è stato divertente perchè dicevano: “Allenamento all’1:30, poi le prove a quest’ora, e poi l’ora dei gatti”. E io pensavo: “Cos’è l’ora del gatto?” E semplimente mi mettevano in una stanza con un gruppo di gatti, i gatti che sarebbero diventati i miei gatti. Ma a loro non importava. Ero seduta li, e i gatti se ne andavano.

Che ne pensate?