DiCaprio si è gettato in un lago ghiacciato per salvare i suoi cani sul set

Leonardo DiCaprio durante le riprese di Don't Look Up si è gettato in un lago ghiacciato per salvare i suoi cani

don't look up, leonardo dicaprio
Condividi l'articolo

Don’t Look Up, nuovo film di Adam McKay, vede come protagonista Leonardo DiCaprio che interpreta un astronomo che scopre una cometa in rotta di collisione con la Terra. Con lui Jennifer Lawrence, Jonah Hill e Meryl Streep. Tutti insieme sono stati ospiti, insieme al regista, di Entertainment Weekly dove hanno raccontato vari aneddoti del film tra i quali uno che ha visto protagonista l’attore star di Titanic e i suoi cani, due husky che hanno deciso di lanciarsi in un lago ghiacciato a Boston.

McKay ha esordito dicendo:

La cosa più divertente è stata che Leo ha questi due husky di salvataggio che sono dei tornado assoluti. Jonah mi ha mandato mandato anche le foto del loro divano fatto a pezzi.

Lawrence ha continuato a pungolare i suoi compagni di cast: “Raccontate la storia del lago ghiacciato”. 

Fondamentalmente, entrambi sono caduti in un lago ghiacciato – ha detto Hill, che ha vissuto con il suo ex compagno di cast di Wolf of Wall Street mentre giravavano il loro nuovo film

DiCaprio ha quindi continuato:

LEGGI ANCHE:  Leonardo DiCaprio e la Scena Improvvisata in C'era una volta a Hollywood

Sì, e poi sono entrato nel lago. Vivendo in California non sapevo cosa fare in un lago ghiacciato.

Uno dei cani è caduto – ha proseguito la Lawrence – e Leo si è buttato nel lago ghiacciato per salvarlo. E non appena lo ha spinto fuori dallo stagno, l’altro è saltato dentro.

L’altro ha iniziato a leccare quello che stava annegando e poi ci siamo trovati tutti insieme nel lago ghiacciato – ha concluso DiCaprio.

Qualche giorno fa il regista McKay ha anche raccontato di un altro aneddoto riguardante Leo. L’attore infatti pare non aver gradito la scena di nudo girata da Meryl Streep.

Lei è senza paura – aveva detto il cineasta a The Guardian. E sì, quella è una controfigura. Ma sapete chi ha avuto un problema con questa scena? Leo. Lui vede Meryl semplicemente come una regina del cinema … anche se forse la regalità non è un complimento … come una figura così speciale nella storia del cinema. Non gli piaceva vederla con il tatuaggio nella parte bassa della schiena, camminare per un secondo nuda. Mi ha detto qualcosa del tipo: “Hai davvero bisogno di mostrarlo?” E io: “È il presidente Orleans; non è Meryl Streep”.  Ma lei non ha nemmeno battuto ciglio. Non ha nemmeno parlato della questione.

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Amy Adams e la maledizione degli Oscar