15 Easter Egg che non hai notato in Spider-Man: No Way Home [LISTA]

Spider-Man: No Way Home
Spider-Man: No Way Home by Sony Pictures /Marvel Studios
Condividi l'articolo

Spider-Man: No Way Home è nelle sale da qualche giorno ma ha già mandato su di giri tantissimi fan, che hanno riempito le sale e regalato al film di Jon Watts diversi record di incassi (e siamo solo all’inizio). La nuova avventura dell’Uomo Ragno è ricca di colpi di scena e di camei eccellenti. In più ci sono diverse citazioni al Marvel Cinematic Universe ed easter egg legate ai fumetti che forse non avete notato e che vale la pena ricordare.

Attenzione perché da adesso in poi l’articolo contiene grossi spoiler su Spider-Man: No Way Home

Il trailer italiano di Spider-Man: No Way Home

Ecco un elenco di 15 easter egg e citazioni da Spider-Man: No Way Home.

  1. All’inizio del film, ma anche nei vari trailer, si vede una foto nella quale mezzo volto di Peter Parker è coperto dalla maschera di Spider-Man. Questo è un riferimento a come nei fumetti vengono rappresentati graficamente i momenti in cui Peter avverte il suo senso di ragno.
  2. A pochi minuti dall’inizio del film Peter Parker e MJ si rifugiano su un tetto. Alle loro spalle c’è la scritta “Ditko” in riferimento a Steve Ditko ovvero il co-creatore di Spider-Man insieme a Stan Lee e il creatore di Doctor Strange. “Ditko” appare infatti anche vicino al Sanctum Sanctorum.
  3. La foto che viene mostrata di Happy Hogan in televisione durante un TG risale al 1999 ovvero al flashback di Iron Man 3.
  4. Matt Murdock appare in Spider-Man: No Way Home accanto a Happy Hogan. Un simpatico riferimento sta nel fatto che Jon Favreau ha interpretato nel film Daredevil del 2003 con Ben Affleck l’amico avvocato di Matt Foggy Nelson.
  5. Il robot Dum-E di Tony Stark appare nell’appartamento in cui alloggiano i villain.
  6. Il bullo Flash Thompson si tinge biondo ovvero come di fatto è nei fumetti di Spider-Man.
  7. La costruzione LEGO della Morte Nera che Peter ricostruisce è quella presente in Spider-Man: Homecoming e che Ned fa cadere a terra quando vede il suo amico vestito da Uomo Ragno. Questa volta la costruzione viene gettata a terra inavvertitamente da Dum-E.
  8. Ned e MJ non sono i soli ad essere stati ammessi al MIT. Questo è infatti lo stesso istituto frequentato da Tony Stark e lo stesso nel quale fa il suo discorso all’inizio di Captain America: Civil War.
  9. Doctor Octopus ripete la famosa frase che egli stesso pronuncia nel film di Sam Raimi (Spider-Man 2) “La potenza del sole nel palmo della mia mano”.
  10. Doctor Octopus ha una passione per il lancio delle auto. Anche in Spider-Man 2 mette in difficoltà il “suo” Peter lanciando una auto all’interno di una caffetteria.
  11. La battuta sul nome di Otto Octavius che fanno Peter, Ned e MJ si rifà al prendere in giro i nomi dei personaggi dei fumetti da parte di Peter, come già accaduto per esempio in Avengers: Infinity War con Doctor Strange. La stessa cosa accade spesso nei fumetti.
  12. Octopus prende in giro Doctor Strange scambiandolo per un mago da feste per bambini. La stessa cosa viene fatta nel MCU da Tony Stark e dal villain Ebony Maw.
  13. La scena in cui Goblin spacca la maschera e la lascia tra la spazzatura ricorda il momento simile in cui il Peter Parker di Raimi abbandona la tuta nella spazzatura in Spider-Man 2.
  14. Il F.E.A.S.T. – un ritrovo per i più bisognosi e senzatetto – dove lavora zia May esiste nei fumetti e nella versione del videogame Spider-Man per Playstation 4.
  15. Il mal di schiena dello Spider-Man di Tobey Maguire è un riferimento al vero dolore alla schiena che l’attore ha lamentato durante la produzione dei film di inizio 2000.
LEGGI ANCHE:  Avengers: Endgame, i Russo fanno chiarezza sulle scelte di Cap