Breaking Bad: Cranston fu scelto dopo aver incantato Gilligan in X-Files

Al podcast WTF, Vince Gilligan ha racconato di aver scelto Bryan Cranston per Breaking Bad dopo essere rimasto incantato da lui in X-Files

breaking bad, bryan cranston, x-files
Condividi l'articolo

Dopo tanti dalla fine di Breaking Bad, ci sembra davvero impossibile un protagonista diverso da Bryan Cranston. Tuttavia, c’è stato un momento nel quale la produzione e, in particolare, Vince Gilligan, erano alla ricerca dell’attore perfetto che incarnasse Walt. Nonostante la moltitudine di grandi attori possibili, lo scrittore aveva in mente solo Cranston. I due infatti lavorarono insieme all’episodio Drive della sesta stagione di X-Files. La performance dell’attore fu così superba da rimanere scolpita nella mente di Gilligan che non potè fare a meno di sceglierlo per Breaking Bad. A raccontarlo è stato lui stesso durante un’intervisrta al podcast WTF di Marc Maron, di qualche anno fa.

Avevo scritto questo episodio in cui l’agente Mulder doveva rimanere bloccato in macchina con questo pazzo che minaccia di ucciderlo – racconta l’autore. E la parte era complicata perché aveva bisogno di essere un tipo davvero spaventoso e tosto, ma alla fine dell’ora, dovevi essere dispiaciuto per la sua morte.

Abbiamo lavorato con tutti questi attori spaventosi che avrebbero potutoo tirare fuori la paura ma non potevano tirare fuori la parte umana che ti faceva stare male per lui. Eravamo preoccupati e nervosi perché mancavano solo pochi giorni prima che iniziassero le riprese. Poi arriva questo ragazzo Bryan Cranston, entra e ci toglie questo peso non appena inizia a leggere perché era così bravo. Era il ’99. E non appena è uscito dalla porta, gli ho detto: “Vai al guardaroba”.

Non l’ho mai dimenticato. Era meraviglioso in quel ruolo. Abbiamo lavorato con molti grandi attori in ‘X-Files’, ma non ho mai avuto quell’eureka, quell’esperienza che mi ha fatto dire: “Voglio lavorare di nuovo con questo ragazzo in futuro”.

Qualche anno dopo, Gilligan scoprì anche la componente comica di Cranston grazie a Malcolm. Lì capi di aver trovato il suo Walt.

LEGGI ANCHE:  Better Call Saul - Aaron Paul e Bryan Cranston pronti a tornare sul set

E un anno e mezzo dopo, dopo che questo episodio è andato in onda, sto vedendo la pubblicità su Fox per questa nuova serie, ‘Malcolm in the Middle. E vedo questo ragazzo ben rasato che non riconosco e penso: “Quel ragazzo mi sembra familiare”. E poi ho capito: “Oh mio Dio! Quello è il ragazzo del mio episodio “Drive” di X-Files”. E l’ho guardato e giuro che la mia prima reazione è stata: “Non sapevo che potesse essere anche divertente!” Perché tutto quello che conoscevo era questo ragazzo drammatico… questo ragazzo drammatico davvero intenso.

Dato che Breaking Bad, specialmente nei primi episodi, conteneva un equilibrio unico di umorismo e dramma, questo potrebbe essere stato il motivo per cui Gilligan pensava che sarebbe stato adatto per il suo show. Infatti l’autore non ebbe dubbi neanche quando presentò il progetto a AMC.

Quando ho presentato per la prima volta Breaking Bad a AMC, c’era solo un attore, per quanto mi riguardava. I ragazzi di AMC lo conoscevano solo per Malcolm in the Middle. E hanno detto: “Sul serio?” E a loro merito, una volta che ho mostrato loro questo episodio di “X-Files”, hanno avuto su di lui la visione opposta rispetto a quella che avevo avuto io. Hanno detto: “Aspetta… questo ragazzo può essere serio? Può essere drammatico? Pensavo che potesse essere solo divertente”. Ed io “Lui può fare tutto”.

Beh, Gilligan c’aveva visto lungo, non c’è che dire-.

LEGGI ANCHE:  El Camino, rivelati gli assurdi livelli di segretezza sul set del film