Margot Robbie, quando prese per sbaglio una doppia dose di antidolorifici

Parlando con The Sun, Margot Robbie ha raccontato di quando si sentì strafatta a causa di una doppia dose di antidolorifici

Margot Robbie
Margot Robbie in Suicide Squad
Condividi l'articolo

Margot Robbie è in questo momento impegnata nella campagna pubblicitaria di The Suicide Squad (qui la nostra recensione). In una delle tante interviste rilasciate, precisamente al Sun, l’attrice australiana ha raccontato di un bizzarro aneddoto riguardante uno sbagliato dosaggio di antidolorifici che ha compromesso una sua audizione.

 Ho fatto un’audizione terribile una volta. È una lunga storia – esordisce il volto di Harley Quinn.In America, ovviamente, il nome dei farmaci è diverso dall’Australia. Mi ero sottoposta a un piccolo intervento chirurgico il giorno prima di una grande audizione alla quale tenevo molto, e soffrivo moltissimi. Ero a casa del mio amico che aveva appena fatto devitalizzare un dente.

Gli dissi: “Mi fa così male ma ho questa audizione impotante domani”. E lui: “Oh beh, ho degli antidolorifici che uso per il dolore al dente. Prendilo quando ti svegli prima dell’audizione e starai bene. Ecco, prendine due”.

Quando ha detto “Prendetene due” ho pensato che intendesse prenderne due come dosaggio, ma in realtà intendeva prenderne due nel caso in cui ne avessi avuto bisogno più tardi. Comunque, mi sono svegliato e mi stavo preparando per questa audizione, non ho avuto il tempo di fare colazione quindi, a stomaco vuoto, ho preso due pastiglie. Stavo guidando e a metà strada ho improvvisamente pensato: “Oh mio Dio, che bella giornata è”. Avevo una mano fuori dal finestrino. Ero fuori di testa. È stata un’audizione terribile, ne sono sicura!

Come se non bastasse, Margot Robbie ha raccontato di come, subito dopo l’audizione, avrebbe dovuto sostenere anche l’esame della patente americana.

LEGGI ANCHE:  Margot Robbie sarà la protagonista di Marian

Subito dopo dovevo andare a fare l’esame di guida per prendere la patente americana e pensavo: “Non sto bene, non posso fare un esame di guida in questo stato”. Fortunatamente la mia amica lavorava alla Sony e sono corsa nel suo ufficio e le ho detto: “Puoi darmi qualcosa da mangiare? Penso di essere fatta. Non ne sono sicura ma penso di essere strafatta, aiutami”. È stato esilarante.

Leggete sempre bene i dosaggi consigliati dei farmaci!