Lillo sul caso Fedez: “Nessuna censura, solo edulcorazione”

Parlando con Il Corriere della Sera, Lillo ha dato la sua versione dei fatti avvenuti tra Fedez e RAI durante il concerto del Primo Maggio

lillo, fedez
Condividi l'articolo

Lillo Petrolo è stato uno dei conduttori del Concerto del Primo Maggio, occasione nella quale è esplosa la polemica tra Fedez che ha accusato RAI di aver cercato di censurare la sua canzone e il suo intervento e la rete televisiva italiana. Intervistato da Il Corriere della Sera, il comico che è stato concorrente del recente successo di Amazon LOL – Chi ride è fuori, ha spiegato i fatti dal suo punto di vista.

Non eravamo affatto preoccupati per l’intervento di Fedez ma per il clima di ansia eccessiva che si stava creando, a discapito delle nostre prove – spiega Lillo. In riunione c’era una certa preoccupazione – spiega ancora il comico romano – e quando mi hanno chiesto di chiamarlo da amico, io ho chiarito da subito che l’intervento di Fedez era legittimo e inattaccabile e che inoltre stava per dire sul palco qualcosa in cui anch’io credo ciecamente.

Nessuno ha mai parlato di censura, semmai di edulcorare. L’intervento di Fedez era più che legittimo: è un artista e la libertà di pensiero è sacra quando non sconfina nel vituperio. Da esterno che non vive solo di Rai mi metto anche nei panni di chi con il suo lavoro mantiene da anni la famiglia“. E poi conclude: “È stato un errore coinvolgerci, sarebbe stato meglio tenerci fuori evitando di caricarci di certe ansie alla vigilia del concerto.

La polemica è esplosa dopo che Fedez ha postato sui suoi social la telefonata nella quale i vertici di RAI 3 gli chiedevano di adeguarsi al sistema modificando parti del suo brano (qui i dettagli). Salito sul palco, il rapper milanese ha poi rincarato la dose in un lungo discorso nel quale ha fatto nomi e cognomi delle persone che ritiene colpevoli di alcune ipocrisie da lui riscontrate (qui per vederlo).

LEGGI ANCHE:  L’errore di Fedez - Lascia la TV per dedicarsi alla musica

Cosa ne pensate di queste parole??

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.