Quando Jonah Hill finì in ospedale dopo aver sniffato cocaina finta

L'incidente occorse all'attore sul set di The Wolf of Wall Street

Jonah
Jonah Hill in una scena di The Wolf of Wall Street
Condividi l'articolo

Un bizzarro incidente che causò a Jonah Hill… una brutta bronchite

Sappiamo che in The Wolf of Wall Street la cocaina (finta, naturalmente) non sta mai lontano a lungo dai nasi di Jonah Hill e Leonardo DiCaprio. In realtà trattavasi di vitamina D in polvere, utilizzata per dare solo l’idea della cocaina. Ma anche così gli effetti nefasti per il povero Hill non sono mancati.

Infatti durante le riprese l’attore finì addirittura in ospedale, dopo aver inalato una quantità eccessiva della polverina. Risultato: una bronchite che s’è poi trascinato dietro per settimane. Lo racconta lui stesso: “Mi sono fatto così tanta cocaina finta in The Wolf of Wall Street che mi sono preso la bronchite per tre settimane. Sono dovuto andare in ospedale”.

“[In realtà] è vitamina in polvere ma non conta, perché se inali così tanta materia nei tuoi polmoni ti ammali sul serio. Ci siamo fatti coca finta letteralmente ogni giorno, per tipo sette mesi. Non ho mai assunto tanta vitamina D in vita mia. Avrei potuto sollevare un’auto sopra la mia fottuta testa”.

LEGGI ANCHE:  Sausage Party: tutto quello che vi siete persi se lo avete visto in italiano

Descrivendo poi la sua interpretazione del personaggio di Donnie Azoff, l’attore spiega cosa significa dare il volto ad un tossicodipendente: “È interessante fingere di assumere droghe. Uso la musica, mi faccio una playlist per ogni scena. Musica che mi renda nervoso e confuso. E poi bevo una tonnellata di caffé e di Red Bull”. D’altra parte, un metodo bisogna pur usarlo.

Fonte: LAD Bible