Netflix escogita un modo per bloccare gli account condivisi

Netflix contro pirateria e account condivisi illegalmente

Condividi l'articolo

Netflix pare decisa a non consentire più la condivisione degli account

“Se non vivi con il proprietario di questo account, hai bisogno del tuo proprio account per continuare a guardare”. Questo messaggio è apparso a diversi utenti Netflix. Ancora pochi, per il momento, ma pare anticipare la fine di un’era: la piattaforma sembra intenzionata a bloccare, forse per sempre, la condivisione degli account.

Non si potrà più, insomma, permettere a qualcun altro di sfruttare il proprio account (o sfruttarne a propria volta uno di terzi). Come? Semplice: all’utente viene chiesto di verificare la propria identità con un codice inviato via e-mail. Oppure, si consente di proseguire la visione, ma la richiesta viene ripetuta in seguito.

Non si sa quanto e che larga scala l’iniziativa stia prendendo piede. Innanzitutto, bisogna specificare che le regole cambieranno da paese a paese, per cui non è scontato che questo tipo di verifiche interesseranno anche l’Italia. In ogni caso, poi, per seguitare a condividere l’account basterebbe farsi comunicare in tempo reale il codice comunicato all’utente proprietario.

LEGGI ANCHE:  Scadenze Netflix, ecco i titoli che verranno rimossi a luglio 2019

Questo per dire che la misura sembra effettivamente più intrapresa per colpire chi effettivamente sfrutta gli account altrui illegalmente, più che gli amici che decidono di spartirne l’uso. “Questo test è progettato per assicurarsi che le persone che utilizzano gli account Netflix siano autorizzati a farlo“, conferma un portavoce dell’azienda.

Se pure è vero che in precedenza Netflix ha sempre scelto di “guardare dall’altra parte” riguardo a questa problematica specifica, c’è da dire che per l’economia delle piattaforme streaming potrebbe presto essere necessario prendere provvedimenti definitivi. Non si sa se sia già questo il caso.

Fonte: The Hollywood Reporter

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.