Tetris Effect Connected | Recensione di un’esperienza psichedelica

Il bilanciamento perfetto tra gameplay, musica e immagini. Tutto è realizzato con cura, niente è lasciato al caso.

Tetris Effect Connected
Credits: Xbox nel video Tetris Effect: Connected Gameplay Walkthrough / Youtube
Condividi l'articolo

Tetris Effect Connected è lo straordinario viaggio introspettivo di cui tutti abbiamo bisogno.

Un fenomeno nel tempo:

Chi non conosce Tetris, il classico puzzle game nato a Mosca nel 1984 dalla mente geniale di Aleksej Leonidovič Pažitnov. Varianti di Tetris si possono trovare praticamente su qualsiasi piattaforma da gioco (e non solo) degli ultimi 36 anni. Nel tempo le regole si sono affinate, definite e standardizzate in delle vere e proprie guidelines ufficiali, complice anche una scena competitiva fin da subito molto viva.

Eppure nemmeno Aleksej Pažitnov avrebbe potuto immaginare che la sua creatura sarebbe diventata qualcosa di più. Sì perché Tetris Effect Connected non è un “semplice” puzzle game, è un viaggio introspettivo tra natura, scienza, religione, cultura e filosofia. Dalla cellula allo spazio, culminando in quello che ci rende più umani: l’amore.

Com’è possibile raggiungere questo con Tetris? Semplice, con un’altra mente creativa, quella di Tetsuya Mizuguchi e del suo team Enhance Games, capitanato dal director Takahashi Ishihara. Mizuguchi, padre di giochi come Sega Rally, Rez e Lumines, è da sempre alla ricerca della sinestesia nel videogioco. Tetris effect Connected è il culmine di questa ricerca: il bilanciamento perfetto tra gameplay, musica e immagini. Tutto è realizzato con cura, niente è lasciato al caso. Ogni colore, ogni nota, ogni vibrazione del controller contribuisce all’esperienza.

Il trailer dell’annuncio di Tetris Effect all’E3 2018

Tanto semplice quanto profondo

Spiegare il gameplay di Tetris è un esercizio superfluo e probabilmente anche i vostri genitori sarebbero in grado di farlo: incastrare i mattoncini (più correttamente tetramini) che cadono dall’alto verso il basso in modo da non lasciare spazi. Ogni linea completata scompare, facendo scorrere verso il basso i restanti mattoncini. A questa semplice regola vanno aggiunti fattori come la velocità di scorrimento dei tetramini e la possibilità di mettere da parte un singolo pezzo per utilizzarlo al momento del bisogno. Tetris Effect aggiunge la meccanica della “zona”, attivabile dopo aver cancellato sufficienti linee, che rallenta il tempo per alcuni secondi e fa scorrere verso il basso le linee completate. La “zona” permette di effettuare delle combo in successione e di liberare con più facilità il proprio schermo dai tetramini rimasti. E’ molto utile anche in situazioni di difficoltà come ultima risorsa.

Come nel già citato Lumines, musica e suoni sono parte integrante del gameplay. Ogni input del giocatore è accompagnato da una risposta sonora. La spettacolare colonna sonora elettronica, con qualche sfumatura pop, è interamente composta da Hydelic per il gioco. Quando le linee scompaiono, il ritmo della musica muta, evolve e avvolge, le immagini cambiano in un flusso unico e continuo fino alla fine dello scenario.

Fast forward 2020 – Tutti connessi

Tetris Effect Connected è un’espansione/rerelease che aggiunge ulteriore spessore ad un gioco già di per sé straordinario. Presenti quindi la modalità campagna con i suoi 27 scenari (il “viaggio” di cui sopra) e quella “Effect”, che offre 4 categorie: Relax, Focus, Classica e Avventura. Connected aggiunge molteplici modalità multi-giocatore in locale e online: quella cooperativa fino a tre giocatori VS IA, fino alla classica sfida 1 contro 1. Il tutto con nuovi brani composti per l’occasione.

Aumentano anche le piattaforme supportate: si aggiungono infatti Xbox One e Series S|X (vero e proprio gioco di lancio) e Windows. Per Epic Store e PS4, l’update Connected arriverà gratuitamente nei primi mesi del 2021.

Certo, con un casco VR e delle buone cuffie l’immersione è totale, ma un bello schermo, soprattutto con HDR, rendono comunque giustizia a Tetris Effect Connected. La sinestesia, insomma, è sempre a portata di mano.

Tetris Effect Connected Announce Trailer

Lo spazio e le emozioni

Tetris è famoso anche per essere stato il primo videogioco giocato nello spazio: il cosmonauta Serebrov se lo era portato dietro sulla stazione spaziale MIR nel 1993. Con Tetris Effect prima e con Connected adesso, il confine dello spazio, inteso nel senso letterale e più ampio del termine, viene addirittura superato. Un potente messaggio di speranza, di comunità del nostro destino come esseri umani permane in tutto il gioco.

Non serve essere esperti giocatori per godere dell’opera di Enhance Games. Anzi, proprio in virtù della sua facilità di accesso, dovrebbe essere giocato da tutti almeno una volta. Soprattutto dopo un anno come il 2020, che ha messo a dura prova l’umanità intera, Tetris Effect Connected è un’esperienza che fa bene al cuore.

Logo Xbox Series X

Tetris Effect Connected | Testato su Xbox Series X

Leggi anche:
Jak and Daxter | Recensione del gioco Naughty Dog
Cyberpunk 2077 | La recensione del quasi-capolavoro di CD Projekt Red
Rayman 2: The Great Escape | Recensione

Continuate a seguirci su La Scimmia Gioca, La Scimmia Fa!