Harry Potter, Silente è la Morte? La Teoria dei fan apprezzata dalla Rowling

Una delle teoria più affascinanti che ruotano intorno ad Harry Potter è quella che vorrebbe Silente essere la personificazione della Morte

harry potter, silente, morte
Condividi l'articolo

Delle migliaia di teorie create dai fan di Harry Potter (qui le parole di Stephen King sulla saga) sul web, una in particolare ha attirato l’attenzione di tutti, in quanto davvero suggestiva e, per certi tratti, coerente. Si tratta dell’idea secondo la quale Albus Silente altro non sarebbe che la personificazione del Tristo Mietitore del quale si parla nella storia dei tre fratelli e dei Doni della Morte. Ma andiamo con ordine.

La Storia dei Doni della Morte

Questo racconto narra dei tre fratelli Peverell che si imbattono in un fiume troppo pericoloso da attraversare nella quale molta gente affoga. Per questo i tre decidono di evocare un ponte che gli permetta di passare indenni quell’ostacolo. Questo escamotage tuttavia manda su tutte le furie la Morte che si sente imbrogliata dai tre. Il Tristo Mietitore tenta dunque di ingannarli, offrendo a ciascuno un desiderio che esaudirà fingendo che sia un gesto fatto per congratularsi delle loro gesta.

Il primo fratello, ebbro di potere, chiede la bacchetta più potente del mondo, con la quale divenire un mago invincibile. Così ottenne la famigerata bacchetta di Sambuco. Il secondo, avendo perso la sua amata chiede la possibilità di riportare in vita i morti, così gli viene data la Pietra della Resurrezione. Il terzo invece, umile, chiede un oggetto che gli permettesse di camminare durante la Vita senza paura che la Morte lo seguisse. Ottenne così il Mantello dell’Invisibilità.

LEGGI ANCHE:  Harry Potter: J.K. Rowling avrebbe voluto uccidere Arthur Weasley

Il primo, oramai convinto di essere invincibile, viene pugnalato da un avversario che gli ruba la bacchetta. Il secondo, accortosi che la sua amata tornata in vita non era più la stessa, si suicida, mentre il terzo, dopo aver vissuto una vita umile e longeva, lascia il mantello a suo figlio, accoglie la Morte come una vecchia amica e va via con lei.

La Teoria dei fan

Secondo una molto gettonata teoria dei fan, questo racconto non sarebbe altro che un allegoria delle vicende vissute nell’arco narrativo di Harry Potter e con protagonisti ben definiti. Il primo fratello, accecato dalla volontà di essere il mago più potente del mondo e ossessionato dalla bacchetta di Sambuco, oggetto che l’avrebbe portato alla sua fine, altri non sarebbe che il Signore Oscuro Voldemort.

Il secondo, distrutto dalla perdita della persona amata rappresenterebbe ovviamente Piton, il cui amore per Lily Potter, madre di Harry morta per salvare il suo piccolo, l’ha tormentato per tutta la vita. Infine il terzo, altri non sarebbe che Harry Potter stesso. Egli infatti riceve il mantello da suo padre e, quando viene ucciso nella Foresta Proibita nell’ultimo film, prima di tornare in vita, si ritrova in una versione paradisiaca del binario 9 3/4 della stazione King’s Cross dove, ad attenderlo come un vecchio amico, c’è Silente.

LEGGI ANCHE:  Harry Potter fa parte dell'universo Marvel [FOTO]

Esatto, proprio lui, sarebbe infine la rappresentazione metaforica della Morte. Lui che avrebbe donato il mantello di James ad Harry, lui che avrebbe atteso il bambino che è sopravvissuto per salutarlo da pari a pari.

Questa teoria, una tra le più brillanti create tra i fan di Harry Potter, è anche la favorita della stessa J.K. Rowling. La scrittrice scrisse infatti nel 2015 su Twitter il suo apprezzamento per questa idea.

Voi invece cosa ne pensate? Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.Com per altre news e approfondimenti dal mondo del cinema, della musica, dei videogiochi e delle serie tv!

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.