Quentin Tarantino: “Profondo Rosso da ragazzino mi scosse fino alle ossa”

Durante il PaleyFest NY, Quentin Tarantino ha rivelato che Profondo Rosso, quando era ancora un ragazzo, lo terrorizzò incredibilmente

quentin tarantino, profondo rosso

Quentin Tarantino è stato ospite al PaleyFest NY 2020 insieme all’amico e collega Eli Roth (qui i bizzarri aneddoti accaduti sul set di Bastardi Senza Gloria raccontati dall’attore). Per l’occasione ha spiegato come nell’adolescenza lo terrorizzassero molto di più i veri accadimenti criminali rispetto ai film.

La prima volta che mi sono sentito terrorizzato – spiega Tarantino – fu mentre vidi un Telegiornale locale di Los Angeles che parlava dei crimini commessi da alcuni criminali. Era un telegiornale della polizia che diceva: “Questi criminali ricercati sono a piede libero nella nostra città, li avere visti?'” Mostravano una foto segnaletica di un criminale e descrivevano i suoi orribili crimini: “È in giro. Se lo vedete, non cercare di arrestarlo. Chiamate le autorità locali”

Io avevo cinque o sei anni e per il resto della notte ho sentito quel ragazzo entrare in casa mia e uccidere la mia famiglia.  Non c’era niente che mi terrorizzasse più di questo o dei dettagli delle notizie che ho sentito. Poco prima che la famiglia Manson iniziasse ad agire, c’era un serial killer che correva per Los Angeles uccidendo persone con un martello. Quel ragazzo era terrificante per me

Tuttavia il cineasta di Knoxville ha ricordato come se c’è un film che lo ha terrorizzato da bambino, quello è stato Profondo Rosso, capolavoro di Dario Argento del 1975.

Sono andato al cinema da solo per vederlo, e questo prima di sapere chi fosse Dario Argento – ha spiegato Tarantino. Non sapevo nemmeno che fosse un film italiano. Vado a vederlo e ci sono questi orrendi omicidi, uno dopo l’altro con un sadismo totale.

 Non solo un’enorme quantità di sangue, ma anche la colonna sonora più forte che avessi mai sentito in un film che ti martellava addosso. Una donna bruciata a morte! Era come, “Wow, questo film è davvero tosto”, ma è stato elettrizzante. È stato assolutamente emozionante.

Cosa ne pensate delle parole di Quentin Tarantino? Quale film vi ha terrorizzato di più da piccoli? Fatecelo sapere nei commenti.

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com