J.K. Rowling: il Villain del nuovo libro è un uomo travestito da donna

Troubled Blood, il nuovo libro di J.K. Rowling ha immediatamente scatenato le polemiche in quanto il villain è un uomo vestito da donna

j.k. rowling
Credits: YouTube/ A Conversation between JK Rowling and Daniel Radcliffe/ HarryPotterAdmirer

Come spesso ci ha abituati in questi mesi, ogni dichiarazione pubblica di J.K. Rowling si trasforma in polemica. Figurarsi cosa può succedere quando è in uscita un nuovo libro.

A partire dal 15 settembre è infatti disponibile alla vendita Troubled Blood, il nuovo romanzo della mamma di Harry Potter, scritto sotto lo pseudonimo di Robert Galbraith. Nonostante ancora non sia ancora stato letto pressoché da nessuno, i primi attacchi arrivano dalle recensioni in anteprima.

Jake Kerridge, giornalista del Telegraph, ha infatti riassunto la morale dell’intero libro in una frase: Non fidarti mai di un uomo travestito. Questo commento è nato dal fatto che Dennis Creed, il serieal killer protagonista del romanzo è un uomo che si veste da donna.

Il nocciolo del libro è l’inchiesta su un caso freddo: la scomparsa del GP Margot Bamborough nel 1974, che si pensa sia stata vittima di Dennis Creed, un serial killer travestito – scrive Kerridge. Ci si chiede che cosa penseranno i critici della posizione della Rowling sui problemi trans di un libro la cui morale sembra essere: Non fidarti mai di un uomo travestito

Questa è solamente l’ennesima polemica scatenatasi attorno a J.K. Rowling. Vi ricorderete come a causa di alcuni Tweet della scrittrice considerati trasnfobici si era alzato un polverone inestinguibile.

Lo tsunami di critiche è cresciuto così tanto da costringere la creatrice di Harry Potter a riconsegnare anche il Premio Ripple of Hope alla fondazione Kennedy (qui i dettagli).

Cosa ne pensate? Questo Troubled Blood riaccenderà le polemiche?

Continuate a seguirci su LaScimmiapensa.com per altre news, recensioni e aggiornamenti sul mondo del Cinema e delle Serie TV.