16 Curiosità su Batman di Tim Burton che non conoscevi

Abbiamo voluto raccontarvi 16 curiosità su Batman, cult di Tim Burton del 1989 con protagonisti Michael Keaton e Jack Nicholson

5) Batman, un trailer che ha fatto scuola

Per contrastare le voci negative che aleggiavano intorno al film, la produzione decise di creare in fretta e furia un trailer di novantadue secondi da mandare nei cinema prima delle proiezioni

.Per testarne l’efficacia, questo breve video venne proiettato ad un pubblico ignaro in un teatro di Westwood, in California. Il trailer ottenne una standing ovation divenendo un vero fenomeno di massa.

Il video divenne un bootleg alle convention degli amanti dei fumetti e i proprietari dei cinema riportarono di molti clienti che pagavano il biglietto intero solo per vedere il trailer e poi uscire prima dell’inizio del film.

6) Il lavoro di Micheal Keaton per interpretare Batman

Secondo Michael Keaton, la sua esperienza come attore di commedie, ha aiutato la sua performance, in quanto gli diede i giusti istinti su come modellare la personalità del personaggio.

Ad esempio la scena nella quale Bruce cena insieme a Vicki Vale, l’idea che i due commensali sedessero molto distanti su un tavolo lungo e quella della linea di dialogo Non credo di essere mai stato in questa stanza prima furono dell’attore. Keaton suggerì anche che Bruce si appendesse come un pipistrello dopo aver dormito con Vicki. Parlando proprio di quella scelta, Keaton ha dichiarato

Rende tutte le altre cose ancora più strane e più scure perché pensi “Questo ragazzo è fuori”

7) Tim Burton non apprezzava il film all’inizio

Subito dopo l’uscita di Batman, Tim Burton si dichiarò convinto di non aver fatto un grande film e che, addirittura, lo annoiava. Inoltre non era assolutamente soddisfatto di come le canzoni di Prince fossero state utilizzate all’interno della pellicola.

Mi sono piaciute alcune parti, ma l’intero film mi annoia – ha dichiarato Burton – Va bene, ma era più un fenomeno culturale che un grande film.

Col passare del tempo, allontanandosi dallo stress che la produzione di Batman gli ha portato, il regista californiano è divenuto tuttavia più indulgente con le sua opera.

8) La “danza degli uccelli”

Nella scena nella quale Joker irrompe a casa di Vicki Vale e spara a Bruce, il pagliaccio di Gotham compie una strana movenza per uscire dall’appartamento della donna.

Alza le braccia e sembra quasi emettere un peto. In un’intervista Jack Nicholson ha rivelato che quella mossa si chiama “danza degli uccelli” e che l’ha improvvisata sulla scena per omaggiare un suo amico che gliel’aveva insegnata, Clegg Hoyt, attore principalmente di film western televisivi degli anni ’50 e ’60.

9) La scena mai girata

Vi siete mai chiesti come mai, durante la parata, non c’è la benché minima presenza di poliziotti che contrastino Joker? Ebbene, Burton ha deciso di non girare la scena che ne spiegava tale assenza.

In un take scritto ma mai appunto realizzato Joker prende in ostaggio il sindaco Borg, facendogli rischiare un crollo nervoso, svela una statua di sé stesso e intossica l’intero corpo di polizia di Gotham correggendo il caffè con un veleno non letale. Questo spiegherebbe il perché nessuno tenta di fermare il Jack Napier qualche scena dopo.