L’ex assistente di Amber Heard accusa: “Ha rubato la storia del mio stupro”

Amber Heard è stata messa sotto accusa anche dalla sua ex assistente, che ha testimoniato di come l'attrice abbia utilizzato il racconto della violenza subìta dalla donna per definirsi vittima

Amber Heard

Continua a peggiorare il ritratto di Amber Heard che emerge dalla discussione legale che sta avendo luogo a Londra in questi giorni, per la causa intentata da Johnny Depp contro il The Sun e il giornalista che lo ha definito un picchiatore di mogli.

Dopo essere stata accusata dal proprietario di casa, che ha detto chiaramente che l‘attrice stia perpetrando una frode ai danni dell’interprete hollywoodiano, Amber Heard ora è stata accusata dalla sua ex assistente personale di aver utilizzato la sua storia di violenza sessuale per creare un ritratto di se stessa come vittima.

Non è la prima volta che Kate James parla contro la sua ex datrice di lavoro. Lo scorso Marzo, ad esempio, la donna parlò apertamente degli abusi e delle umiliazioni che subì da parte di Amber Heard. Amber era mentalmente e regolarmente abusiva, aveva raccontato l’assistente. Spesso mi ha urlato contro, anche per le più piccole cose. Si divertiva a farmi sentire stupida.

Nel corso del dibattimento in tribunale, però, le accuse di Kate James si sono fatte ancora più gravi, perché ha accusato Amber Heard di aver rubato ila sua storia di violenza per potersene appropriare e usarla come se fosse qualcosa vissuto sulla sua pelle.

La testimonianza ha avuto luogo tramite un collegamento video da Los Angeles, dove la donna ancora vive dopo essere stata assistente dell’attrice dal 2012 al 2015. La dichiarazione della donna è arrivata dopo un commento dell’avvocato della difesa, secondo il quale la James era stata spinta dall’entourage di Johnny Depp a concedere la propria visione distorta della persona di Amber Heard.

Assolutamente no, ha risposto l’ex assistente. Sono qui per ragioni personali. Sono una sopravvissuta ad una violenza sessuale ed è una questione davvero, davvero, davvero seria assumere questa posizione se una persona invece non lo è stata. Ecco perché sono qui.

Quando l’avvocato di Johnny Depp le chiede di spiegare la ragione della sua posizione avversa a Amber Heard, la donna ha spiegato:

Ms. Heard ha riferito una coversazione che abbiamo avuto riguardo il mio stupro avvenuto in Brasile e l’ha usata come se fosse la sua storia personale. Si è riferita direttamente al violento stupro che ho subito io 26 anni fa, trasformandolo nella propria storia per poterne fare uso.

Per altre news e aggiornamenti continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com