Krist Novoselic dei Nirvana difende Donald Trump

Non è uno scherzo: a Krist Novoselic, l'ex-bassista dei Nirvana, è proprio piaciuto il discorso pronunciato ieri da Donald Trump in seguito alla morte di George Floyd

Krist
Krist Novoselic. Credits: David Lee

Krist Novoselic sostiene, inaspettatamente, il presidente USA

“So che molti non lo possono sopportare, ma Trump ci ha saputo fare con questo discorso!” Così dice Krist Novoselic, lanciando un inaspettato endorsement nei confronti dell’ultra-contestato presidente USA, Donald Trump. Si parla, naturalmente, dell’ondata di proteste e polemiche seguite alla morte di George Floyd, caso che sta infuocando tutti gli Stati Uniti. Il discorso in questione è stato tenuto da Trump lunedì (ieri). Con le sue parole il presidente avrebbe mancato di riferirsi sia a Floyd che alla questione della brutalità della polizia.

Invece, nel discorso ha preso l’argomento alla larga, e invocando, come la serie tv, “Law & Order”. Un tipo di dichiarazione che, assieme con il discorso, Krist Novoselic dice di aver trovato “forte e diretta”. Nel suo commento, l’ex-bassista dei Nirvana si sarebbe detto preoccupato di una “insurrezione di sinistra”, e quindi in qualche modo confortato dalle parole di Trump, le quali, secondo lui, potrebbero contribuire concretamente a far cessare ogni violenza. Un’uscita che sicuramente lascerà perplessi un po’ tutti i fan storici dei Nirvana, e lascia da chiedersi che cosa avrebbe potuto dire invece un Kurt Cobain in merito.

Fonte: Consequence of Sound

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.