Harry Potter: ecco la sinossi originale che incassò solo rifiuti

Ecco la sinossi ufficiale con cui J.K. Rowling presentò Harry Potter e La Pietra Filosofale alle case editrici britanniche

Harry Potter
Condividi l'articolo

La storia editoriale della saga di Harry Potter, firmata da J.K. Rowling, è ormai nota al grande pubblico. Prima di diventare un fenomeno mondiale, tra le saghe più remunerative e più lette al mondo, nonché base di ben otto film, Harry Potter ha rischiato di essere uno dei tanti manoscritti gettati nel cestino da parte di editori distratti.

L’anno era il 1995 e J.K. Rowling, madre single con problemi finanziari, si vide rifiutare il manoscritto di Harry Potter e La Pietra Filosofale da tutti i maggiori editori britannici, finché nel 1997 la Bloomsbury non decise di pubblicarlo, dimostrando alle altre case editrici quanto avessero sbagliato.

In occasione del ventennale dalla pubblicazione di Harry Potter e La Pietra Filosofale, una particolare mostra alla British Library di Londra permise ai lettori di vedere con i propri occhi la sinossi ufficiale di Harry Potter e La Pietra Filosofale, battuta a macchina dalla stessa J.K. Rowling.

https://platform.twitter.com/widgets.js

LEGGI ANCHE:  Harry Potter, 5 cose inquietanti che non avevate notato

Nella sinossi si legge:

Harry Potter vive con la zia, lo zio e il cugino perché i suoi genitori sono morti in un incidente stradale – o almeno questo è quello che gli è sempre stato raccontato. Ai Dursley non piace che Harry faccia domande; in effetti, sembrano non apprezzare nulla di ciò che lo riguarda, specialmente le cose strane che continuano a capitargli intorno (e che Harry stesso non può spiegare).

La più grande paura dei Dursley è che Harry scopra la verità su se stesso, perciò quando cominciarono ad arrivare delle lettere intorno al suo undicesimo compleanno, Harry non ha il permesso di leggere. Comunque i Dursley non devono vedersela con un postino normale, e allo scoccare della mezzanotte del compleanno di Harry il gigantesco Hagrid butta giù la porta per assicurarsi che, alla fine, Harry legga la sua posta.

Ignorando i Dursley, Hagrid informa Harry che lui è, in realtà, un mago e la lettera spiega che è attesa alla scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts.

La sinossi prosegue raccontanto i punti salienti della trama del primo libro di Harry Potter: l’incontro con Ron sull’espresso per Hogwarts, e quello successivo con Hermione, passando per le prime lezioni di magia e, soprattrutto, attraverso la scoperta che i genitori di Harry non sono morti in un tragico incidente stradale, ma a causa di una maledizione senza perdono lanciata dal Mago Oscuro Voldemort, con cui, recentemente, si è scoperto che Harry aveva un legame di parentela.

LEGGI ANCHE:  Harry Potter fa parte dell'universo Marvel [FOTO]

La sinossi spiega come la pietra filosofale sia tutto ciò di cui ha bisogno Voldemort per tornare al pieno della sua forza ed Harry si troverà ad affrontare faccia a faccia l’assassinio dei suoi genitori, senza sapere come ha fatto a sopravvivere l’ultima volta.

Per altre news e aggiornamenti su Harry Potter continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com