Mindhunter a rischio cancellazione, ecco cosa sta succedendo

Il contratto degli attori della serie poliziesca di David Fincher non è stato rinnovato, Mindhunter è a rischio!

Mindhunter

Mindhunter, lo show di David Fincher, potrebbe non vedere mai una terza stagione, ecco perché

Sono passati cinque mesi dal lancio della seconda stagione di Mindhunter su Netflix. Non c’è stato alcun movimento da parte dello streamer per quanto riguarda una potenziale terza stagione del thriller poliziesco di David Fincher. Il mese scorso, Netflix ha lasciato cadere le opzioni del cast, guidato dalle star Holt McCallany e Jonathan Groff, aumentando ulteriormente la possibilità di un non rinnovo di Mindhunter.

La notizia è stata riportata dall’autorevole sito americano Deadline, che ha anche ricevuto la risposta di Netflix:

David è concentrato sulla regia del suo primo film di Netflix Mank e sulla produzione della seconda stagione di Love, Death + Robots. Potrebbe tornare su Mindhunter in futuro, ma nel frattempo ha ritenuto che non fosse giusto nei confronti degli attori trattenerli dal cercare altri lavori mentre lui stesso stava realizzando un nuovo lavoro.

La terza stagione di Mindhunter, quindi, rischia di non vedere mai la luce dato che gli attori, ora liberi, potrebbero prendere impegni con altre serie TV e non avere più spazio per Mindhunter 3. Inoltre, da recenti voci, pare che Fincher sia stanco di girare il paese (la serie poliziesca si gira a Pittsburgh). Infine, Netflix non l’ha mai rinnovata ufficialmente.

Quale destino attende una delle serie più belle e amate di Netflix?

In questo articolo avevamo ipotizzato quando la terza stagione del poliziesco di Fincher sarebbe potuto uscire. E qui su quali serial killer si sarebbero potuti vedere in futuro.

QUI potete leggere i film presentati da Netflix per il suo 2020, tra i quali c’è il prossimo di David Fincher!

Scriveteci cosa ne pensate e continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com.