Home News Siamo Fatti Così, la Sigla Censurata torna in Italia grazie a...

Siamo Fatti Così, la Sigla Censurata torna in Italia grazie a Netflix [VIDEO]

Rilasciato da circa una settimana, Siamo Fatti Così è ora disponibile su Netflix. La serie animata che ha cresciuto un’intera generazione è ora pronta per un re-watch. E con essa anche l’iconica sigla cantata da Cristina D’Avena, il cui jingle è a dir poco indimenticabile. Tuttavia, Netflix ha deciso di riportare la sigla originale del cartone animato, con una piccola aggiunta che fu censurata in Italia. Motivo? Basta cliccare play.

In un paese molto più aperto all’educazione sessuale come la Francia, non ci fu alcuno scandalo nel mostrare, seppur in maniera attenuata, il rapporto sessuale tra l’uomo e la donna. Viceversa, in Italia, preferirono lavorare di cesoie e tagliare via quella parte. Sebbene non ci sia nulla di esplicito. Anzi. Un semplice abbraccio che fonde i due corpi in quello che diventerà un ovulo pronto a far nascere una nuova vita. Iniziava proprio in questo modo Siamo Fatti Così.

Tanto bastò per far storcere il naso, supponiamo, al MOIGE. Fortunatamente ci ha pensato Netflix a ripristinare la sigla, pubblicandola nella sua originalità completa. E senza alcun dilemma etico dalla forte componente moralista. Fortunatamente i tempi sono cambiati ma non del tutto in meglio. Come già scritto in un altro articolo, Siamo Fatti Così (o Esplorando Il Corpo Umano che dir si voglia) poteva regalare insegnamenti senza indignare o causare ridicoli complottismi. Come quello tutto contemporaneo sui vaccini.

Polemiche a parte, se un re-watch è a dir poco obbligatorio, cavalcando l’onda della nostalgia, è ancor di più necessario far conoscere questa perla dell’animazione anche alle nuove leve. Una serie da tramandare di generazione in generazione.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

Lorenzo Pietroletti
Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".

da leggere

Daniel Pennac omaggia Federico Fellini ne La Legge del Sognatore

Federico Fellini nacque a Rimini il 20 Gennaio 1920. Daniel Pennac è nato invece a Casablanca, il 1 Dicembre 1944. Due storie che sembrano...

I PGA incoronano 1917: l’Oscar è a un passo, lo dice la storia

Sebbene durante la stagione dei premi cinematografici l'attenzione sia sempre posta sui grandi eventi come i Golden Globes e gli Academy Awards, sono i...

I film dello Studio Ghibli arrivano su Netflix [LISTA]

Netflix ha chiuso un accordo con lo Studio Ghibli, che farà felici tutti i fan dell'animazione A partire dal...

Federico Fellini, i dieci migliori film del regista

Federico Fellini è tra i registi italiani quello che, forse, ha minor bisogno di presentazioni. Accostato molto spesso a Michelangelo Antonioni per la provenienza...

David Lynch: tutti i film dal “peggiore” al migliore

I sogni, gli incubi, i Doppelgänger. Le città grigie, le strade notturne e i semafori. Drappi rossi e blu mossi da...