Terry Gilliam contro Amber Heard: “Ha preso Johnny Depp all’amo, non l’avrebbe mai picchiata”

La storia tra Amber Heard e Johnny Depp ormai è nota a gran parte delle persone che seguono il cinema e non, dopo le tante accuse è salito in cattedra il blasonato regista Terry Gilliam.

Terry Gilliam contro Amber Heard:

La storia tra Amber Heard e Johnny Depp ormai è nota a gran parte delle persone che seguono il cinema e non, dopo il processo per diffamazione, e le tante accuse è salito in cattedra il blasonato regista Terry Gilliam che ha detto la sua in merito alla lunga vicenda tra i due attori.

Durante un’intervista ai microfoni di Vanity Fair, Terry Gilliam ha parlato di Johnny Depp, schierandosi dalla parte dell’attore statunitense, attaccando Amber Heard.

Ecco le parole rilasciate dal regista di L’uomo che uccise Don Chisciotte:

Potrebbe interessarti: Terry Gilliam contro la superficialità di alcuni critici

”Amber ha preso all’amo Johnny come un grosso pesce. Ho già visto Johnny da ubriaco e non l’avrebbe mai picchiata. Non ho alcun dubbio su quale versione della storia sia vera. In passato ho difeso Johnny su Facebook, ricevendo un. sacco di critiche: ‘Non lo conosci davvero’. ‘Si lo conosco’. ‘Ma non sai come diventa quando è ubriaco o fatto’. ‘Si dà il caso che lo sappia invece e sono certo che non picchierebbe mai una donna’.”

Inoltre Gilliam ha anche parlato di Heath Ledger, venuto a mancare nel 2008 che recitò nel suo film Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo.

Ecco le parole rilasciate dal cineasta britannico:

”Fu davvero terribile. Heath era diventato uno di famiglia. Ricordo che avevamo finito le riprese a Londra e dovevamo trasferire il set a Vancouver, ma lui decise di fare tappa a New York per vedere sua figlia che, però, non c’era. Adesso non posso parlarne nei dettagli, ma stavano cercando di non fargliela vedere. Il mattino seguente era morto. Era un attore e una persona speciale. Aveva solo 28 anni, ma era come se ne avesse più di cinquanta, era una sorta di vecchio saggio”.

Infine ha parlato di un altro attore scomparso, Robin Williams:

”Un pazzo, nel senso migliore del termine. Una persona gentile e generosa. Ricordo che conosceva tutte le persone della truope per nome e aveva una battuta sempre pronta per ognuno di loro.”

Leggi anche: Kevin Spacey: morto il massaggiatore che lo accusò di molestie

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com