Stranger Things 3: il quinto episodio contiene un errore temporale

Alcuni fan, durante la visione di Stranger Things 3 hanno riscontrato un errore temporale piuttosto strano presente nel quinto episodio.

Stranger Things 3: il quinto episodio contiene un errore temporale

ATTENZIONE SPOILER ALERT

La terza stagione di Stranger Things è sbarcata su Netflix lo scorso 4 luglio e nel giro di poco tempo ha riscosso un ottimo successo, infrangendo anche un importante record per Netflix.

Tuttavia lo show non è perfetto, infatti diversi fan della serie, particolarmente attenti ai dettagli hanno notato un errore che probabilmente è sfuggito alla maggior parte degli spettatori.

Alcuni fan, durante la visione del quinto episodio hanno riscontrato un elemento che nel 1985 era impossibile trovare in commercio, ovvero gli M&M’s rossi. Questi dolci, infatti sono presenti nelle mani di Undici e Mike Wheeler nella scena ambientata in ospedale.

Potrebbe interessarti: Stranger Things: la quarta stagione si fa, parola dei Duffer brothers

La Mars Inc. nel 1976 ha interrotto la produzione di M&M’s rossi a causa di alcuni problemi legati ai coloranti, così successivamente ha deciso di sostituire il rosso con l’arancione, ma undici anni dopo, dopo aver risolto diversi problemi è stata riammessa produzione il cioccolato ricoperto dallo strato rosso.

Ambientata esattamente un anno dopo gli eventi della seconda stagione, il cast di questa nuova stagione vede il ritorno di un grande cast con l’aggiunta di nuovi personaggi, Millie Bobby Brown, Finn Wolfhard, Noah Schnapp, Winona Ryder, David Harbor, Maya Hawke, Jake Busey,Cary Elwes.

Ricordiamo che la terza stagione di Stranger Things è pienamente disponibile su Netflix per un totale di otto episodi, dalla durata di circa 55 minuti per ogni episodio.

Leggi anche: Stranger Things: troppe sigarette, Netflix corre ai ripari

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com