Shazam! La recensione dell’ultima novità del DC Extended Universe

Shazam!

“Tutti abbiamo un superoe dentro di noi, ci vuole solo un po’ di magia per farlo uscire”

Dopo Aquaman, il 3 Aprile arriva in sala l’ultima novità dal DC Extended Universe: Shazam!, l’origin story dedicata a uno dei personaggi più popolari nella tradizione Dc Comics. L’esordio del nostro supereroe risale al lontano 1939. Bisogna dire che non è mai stato fortunato col nome: prima di ritrovarsi omonimo di una celebre app per l’identificazione di brani musicali, l’alter-ego del giovane Billy Batson era noto come Capitan Marvel. Dato l’evidente conflitto con il supereroe della Marvel Comics (il cui volto oggi è rappresentato da Brie Larson) il fumetto prese il nome di Shazam, arrivando a superare perfino Superman per numero di copie vendute. A differenza di Batman e Superman, infatti, negli anni ’40 Shazam era il superoe DC più vicino alla gente comune: orfano, cresciuto ai margini della società, ha ricevuto i super-poteri come premio per la sua incredibile bontà d’animo.

Shazam!
Shazam emozionato nel mostrare al suo amico il suo potere

Lo stesso candore caratterizza oggi il protagonista del film di David F. SandbergShazam! Billy Batson (Asher Angel) è stato abbandonato da sua madre a soli 3 anni, anche se non ha mai smesso di cercarla. Fuggito da oltre 20 case famiglia, sembra aver trovato finalmente la sistemazione ideale. Finché un giorno un semplice viaggio in metropolitana diventa il viaggio in una dimensione parallela. Qui il Mago Shazam, dopo aver cercato per anni il suo campione, un essere che sia davvero puro di cuore, sceglie Billy e gli cede tutti i suoi poteri. Un semplice ragazzo di 15 anni si ritrova così nel corpo di adulto (Zachary Levi). Billy è un ragazzo chiuso, incapace di fidarsi degli altri, ma basta pronunciare la formula magica “Shazam!” per trasformarsi in questo nuovo colosso tutto muscoli e risate. Estasiato dalle sue nuove, stupefacenti abilità deve però imparare a conoscerle e gestirle; ma non sarà solo nell’impresa, grazie al suo formidabile alleato Freddy (Jack Dylan Grazer). Oltre a insegnargli cosa significhi avere un fratello, condividerà con lui tutti i segreti sul mondo dei supereroi. Insieme agli altri piccoli inquilini della casa famiglia, Freddy aiuterà Billy a diventare il primo vero supereroe di Philadelphia, ma soprattutto, ad affrontare un temibile villain: il Dottor Thaddeus Sivana (Mark Strong).

Shazam!
Shazam incontra la sua prima nemesi

Con Shazam! il Dc Extended Universe continua la sua ricerca sulla linea dell’ironia e la leggerezza. Zachary Levi diventa un perfetto superoe per caso, protagonista di una solida linea comica, ricca di equivoci, goffaggine e gag da slapstick comedy. E se la coppia Billy-Freddy rappresenta l’anima da buddy movie, il Dottor Sivana garantisce a Shazam! anche epiche sequenze da demolition movie.

Shazam! è un cinecomic dalla dicotomia netta, senza ambivalenze, dove il buono è buonissimo e il cattivo è follemente crudele. Tra i poli opposti di Billy e il Dott. Sivana si nasconde anche la morale del film. Il supereroe e il villain, infatti, sono il prodotto dello stesso trauma: non essere amati dai propri genitori. Hanno reagito in modi diametralmente opposti. Eppure, sembra suggerire il film, sono lealtà e comprensione a creare una famiglia, anche senza legami di sangue. Tra magia, buoni sentimenti e un’eccellente colonna sonora, Shazam! si presenta così come il classico film per grandi e piccini. Una ricca porzione d’intrattenimento puro, per 132 minuti di divertimento assicurato.