Harry Potter, 5 cose inquietanti che non avevate notato

Harry Potter come non lo avete mai visto. Dopo avere letto queste 5 curiosità, probabilmente vi ricrederete su molti elementi della storia.

Harry Potter

Harry Potter è una delle saghe cinematografiche fantasy più apprezzate al mondo. Ci sono degli elementi che probabilmente non avevate notato prima e che possono essere molto inquitanti.

Molte generazioni hanno attraversato l’infanzia e parte dell’adolescenza guardando i film di Harry Potter, una saga partita nel 2001 e finita nel 2011. Nella trama ci sono molti elementi che a prima vista sono sembrati normali, ma che se analizzati con la maturità di un adulto potrebbero risultare veramente inquietanti. Ecco di cosa parliamo.

5) La schiavitù viene considerata normale

Gli elfi presenti all’interno della storia di Harry Potter sono probabilmente uno degli elementi più inquietanti. Dobby, Kreacher e tutte le altre creature di questo genere sono in qualche modo schiavizzati dai membri della razza magica. Perfino le streghe e i maghi più benevoli risultano essere molto cattivi nei  loro confronti.
Non è neppure chiaro il motivo per cui esistano queste creature. Ci sono una miriade di incantesimi per lavare i piatti sporchi o fare il bucato, ma si preferisce delegare queste funzioni agli “schiavi”.

4) Silente è un sociopatico machiavellico

Silente è sicuramente il preside più venerato della storia di Hogwarts e può essere considerato anche una figura paterna per il piccolo Harry Potter. Tuttavia non sembra che il vecchio saggio abbia sempre tenuto un comportamento affettuoso nei confronti del piccolo mago.
Come sappiamo, Silente è a conoscenza fin dall’inizio del destino crudele di Harry per mano di Voldemort. Tutto ciò fa parte del suo destino e Silente è costretto ad addestrare per bene Harry in modo che sia pronto ad affrontare ogni difficoltà. Tutto condivisibile, ma perché mandare quel povero ragazzo ogni anno ad affrontare pericolo di ogni sorta? Obbligarlo ad assistere a scene veramente strazianti come quando muore il suo mentore? È molto inquietante.

3) Hogwarts, più che una scuola è un obitorio

Le scuole rappresentano i luoghi sicuri dove tutti i genitori del mondo portano i loro figli per crescere ed imparare. Normalmente è così, ma non in Harry Potter. Se tuo figlio è un mago e stai per portarlo a scuola, devi sapere che può morire schiacciato da un troll, trafitto da un ippogrifo o peggio mangiato da un gigantesco ragno carnivoro. Ma per Hogwarts tutto ciò non è abbastanza. Per rendere ancora più adrenalinica la situazione, si organizza il Torneo Tremaghi dove vengono utilizzati i bambini come esche per draghi e sirene. Proprio come portare il proprio figlio al doposcuola.

2) Risucchiare l’anima dovrebbe essere considerato l’ultima delle punizioni

 

Nell’universo di Harry Potter c’è la prova empirica dell’esistenza dell’anima. Una cosa bellissima, se non fosse che questa conoscenza viene utilizzata per cose tutt’altro che benefiche. Infatti è stata creata una forza di polizia col compito di rusicchiarti l’anima. Dissennatori, veri e propri abomini che vi faranno rimpiangere l’ergastolo o la pena di morte. Distruggere l’anima dovrebbe essere considerato come una punizione che va oltre ogni concezione di crudeltà.

1) Il Ministero della Magia ti spia peggio dei servizi segreti

Se i Dissennatori sopra citati vi sembrano membri di una forza di polizia segreta, non avete tutti i torti. Il mondo magico è peggio di un incubo orwelliano, un Grande Fratello che stà sempre li ad osservarti e ad intervenire se qualcosa non va. Pensate alla Mappa del Malandrino che mostra le attività e la posizione di tutti in ogni momento. Un vero incubo! La gente si presenta a proprio piacimento nel tuo salotto o nella tua camera da letto. In Harry Potter non esiste la privacy e al Ministero piace così.

Rimani sempre aggiornato e continua a seguirci sulla pagina lascimmiapensa.com

Fonte: Looper

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here