La lista dei film preferiti da Stanley Kubrick

Condividi l'articolo

7. La notte di Michelangelo Antonioni (1961)

Stanley Kubrick
Monica Vitti e Marcello Mastroianni in La notte, settimo tra i film prediletti di Stanley Kubrick.

Al settimo posto della classifica di Stanley Kubrick, troviamo La notte di Michelangelo Antonioni. Settimo film del maestro italiano, vede alla sceneggiatura anche Ennio Flaiano. Il film fa parte della Trilogia esistenziale, che comincia con L’avventura e termina con L’eclisse. Il dramma vitale, passa qui attraverso una forte crisi di coppia, sfociando in conclusione in una travolgente passione delirante.

 

8. Un comodo posto in banca di Edward F. Cline (1940)

Stanley Kubrick
W.C. Fields in The Bank Dick, ottavo film più bello per Stanley Kubrick.

The Bank Dick è all’ottavo posto dei film più belli secondo Stanley Kubrick. Scelto per la conservazione del National Film Registry, il film di Eddie Cline parla di un vagabondo porta guai il quale riesce a farsi assumere come guardia di una banca. Qui, lavorando nella sicurezza e benché non lo abbia fatto di proposito, riesce a sventare una rapina; diventando così, sempre per sbaglio, un eroe. Il film è una fantastica commedia, interpretata dallo storico attore W.C. Fields

 

LEGGI ANCHE:  I 10 migliori film che hanno come tema centrale il sesso

9. Condannatemi se vi riesce! di William A. Wellman (1942)

Stanley Kubrick
Ginger Rogers in Roxie Hart, al nono posto per Stanley Kubrick.

Anche se inserito al nono posto, Stanley Kubrick lo considera il suo film preferito. Roxie Hart è interpretata qui da una bellissima Ginger Rogers. A Chicago, in casa di una ballerina, viene commesso un omicidio; l’assassina non è la ballerina Roxie, ma bensì suo marito. La donna desiderosa di prendersi le luci della ribalta, sotto consiglio, si proclama colpevole. Il giornalista la spinge a confessare, assicurandole che non avrebbero mai potuto arrestare una donna così bella. Le cose però non vanno come previsto e, molto spaventata, ammette infine che il colpevole è suo marito. Ma ormai è troppo tardi, a causa della precedente e falsa ammissione, nessuno le crederà più.