Anche Salma Hayek è stata molestata da Weinstein

Salma Hayek, attraverso un editoriale per il New York Times, ha raccontato il suo passato con Harvey Weinstein. Un'altra pesante accusa accresce lo scandalo

“Era un appassionato di cinema, un padre amorevole e un mostro. Per anni e’ stato il mio mostro”

La terribile frase appena riportata è stata scritta dalla famosa attrice Salma Hayek in un editoriale del New York Times. Nell’articolo, l’attrice racconta il suo difficile rapporto con il produttore Harvey Weinstein, che rese impossibile la vita della Hayek con le sue insistenti avances. Le violenze iniziarono nel 2002 sul set di Frida.

“Non faceva per me fare la doccia con lui, o lasciare che guardasse mentre io facevo la doccia, oppure permettergli di farmi un massaggio o praticarmi sesso orale. Mi avrebbe permesso di finire il film se accettavo di girare una scena di sesso con un’altra donna, e ha chiesto nudità frontale completa”

Inoltre, le accuse si fanno ancora più pesanti dopo che l’attrice ha dichiarato che Weinstein l’avrebbe minacciata di ucciderla se non si fosse arresa alle sue sgradevoli insistenze.

La pressione fisica e psicologica si fece ancora più difficile quando la Hayek dovette dare vita alla scena lesbo, accennata appena sopra.

“Ho iniziato a tremare e a piangere. Non perché ero nuda con un’altra donna, ma perché ero nuda con lei per Harvey Weinstein”

Poi, l’attrice ha spiegato il perché del ritardo della sua denuncia:

“Mi sono nascosta dalla responsabilità di parlare con la scusa che c’erano già tante persone a far luce sul mio mostro. In realtà, stavo cercando di evitare la sfida di spiegare tante cose ai miei cari”

La difesa di Weinstein

Subito pronta la risposta del produttore alle accuse di Salma Hayek, riportata da un suo portavoce:

“tutte le accuse sessuali raccontate dall’attrice non sono circostanziate e altre persone che hanno assistito agli eventi hanno un resoconto diverso”. Harvey non ricorda di aver fatto pressione su Salma per girare una scena di sesso ingiustificata con un’altra attrice donna. Tuttavia questo era parte della storia poiché Frida Kahlo era bisessuale”

Un altro triste capitolo si è aggiunto allo squallido scandalo sessuale che ha colpito volti notissimi di Hollywood, di cui Weinstein sembra proprio il protagonista assoluto. Ora, non ci resta che aspettare notizie dalla giustizia, quella vera, quella dei tribunali.

 

Credit: ansa.it