Mindhunter potrebbe durare almeno cinque stagioni per Fincher

Mindhunter ha debuttato da poco su Netflix, ma già si parla del futuro della serie prodotta e diretta da David Fincher, che pare più che roseo.

Mindhunter” è uscita da poco più di una settimana, ma già si parla del suo futuro. L’esordio è stato più che positivo, ricevendo critiche più che positive. David Fincher, secondo le dichiarazioni di Holt McCallany che nella serie interpreta uno dei due agenti dell’FBI, avrebbe intenzioni di proseguire nell’avventura.

Nell’intervista rilasciata a Screen Rant si è detto entusiasta di fare parte del progetto. “So di interpretare spesso una parte di supporto. Per me è una cosa importante che David mi abbia proposto una parte importante. Perché credo nel suo talento e so che sapete che vuole fare altri cinque anni. Cinque stagioni di questo personaggio ed io ne sarei molto grato.”

Di certo dalla parte di Fincher c’è un grande materiale su cui lavorare, che può generare senza dubbio alcuno un gran numero di stagioni. Fincher ha già confermato che la seconda stagione sarà incentrata sull’omicidio dei bambini di Atlanta nei primi anni ’80. È possibile inoltre che in futuro possa venire analizzata la figura di Charles Manson, già citato durante la prima stagione.

Continuate a seguirci, e per restare sempre aggiornati sul mondo Netflix, parlare e discutere di tutte le novità andate su Punto Netflix Italia.