Don Matteo: ecco perché Netflix ha scelto la fiction italiana

Don Matteo potrebbe essere stato acquisito da Netflix per via del decreto Franceschini appena approvato dal Consiglio dei Ministri.

Condividi l'articolo

Don Matteo” su Netflix è stato uno degli avvenimenti più discussi degli ultimi giorni. A molti è apparsa un’acquisizione piuttosto strana, lontana dal target usuale del colosso dello streaming. Tuttavia, una risposta a questo fatto potrebbe arrivare dalla politica italiana.

È stato infatti approvato dal Consiglio dei Ministri un decreto voluto dal ministro Dario Franceschini che regolamenta la quota di produzioni made in Italy per emittenti televisive e siti di streaming. Uno dei punti centrali prevede che tutte le emittenti trasmettano almeno un film o una fiction italiana in prima serata, che diventano due per la Rai. Aumentano anche gli investimenti, che dovranno passare in maniera graduale dal 10% al 15%.

Per quanto riguarda il nostro caso, anche Netflix ed Amazon sono colpite da questa riforma. Il decreto anticipa le direttive europee, che vorrebbe introdurre una quota minima di produzioni comunitarie nell’offerta dei loro siti.

Con l’acquisizione di “Don Matteo“, Netflix ha probabilmente anticipato la politica italiana. Andando a rinforzare gradualmente la presenza di prodotti italiani, il sito di streaming si sta adeguando alla nuova norma. Un caso dunque che potrebbe essere solo il primo di una lunga serie.

LEGGI ANCHE:  Caso Cuties, Netflix perde 9 miliardi in borsa in un solo giorno