Lucky Red News: Alessandro Borghi nel cast del film su Stefano Cucchi

Condividi l'articolo

In occasione del trentesimo anniversario della Lucky Red, Andrea Occhipinti ha rivelato alcuni dettagli di Sulla mia pelle, il nuovo film diretto da Alessio Cremonini (Border) e scritto con Lisa Nur Sultan.

Sulla mia pelle ripercorre gli ultimi giorni di vita di Stefano Cucchi, trovato morto a 31 anni nell’ottobre 2009, mentre si trovava all’ospedale Sandro Pertini di Roma in stato di detenzione. Finito in Cassazione, il caso ha coinvolto agenti di polizia penitenziaria, medici del carcere di Regina Coeli e anche i carabinieri.

A interpretare il giovane Cucchi sarà Alessandro Borghi, che si è detto orgoglioso e onorato di prendere parte al progetto. L’attore di Suburra e Non essere cattivo ha spiegato quali sono gli obiettivi del film: “Spero che il cinema possa essere uno strumento per fare informazione, per riflettere e per ricercare la verità. Cercheremo di far aprire gli occhi a chi ancora, per qualche motivo, non è riuscito a farlo“.

LEGGI ANCHE:  Diavoli | Recensione della serie Sky

Jasmine Trinca vestirà invece i panni della sorella, Ilaria Cucchi, che non ha mai smesso di lottare per conoscere la verità. Sulla mia pelle vuole infatti essere un omaggio al coraggio di questa donna che non si è mai arresa, e che ha combattuto per la sua famiglia, e non solo. Perché, come spiega la stessa Trinca, “questa è una storia che sarebbe potuta accadere a chiunque di noi. Ho parlato molto con Ilaria, non per carpire qualcosa, ma solo per restituire la sua integrità”.

La società di distribuzione e produzione di Andrea Occhipinti ha presentato a Roma anche il nuovo progetto di Gabriele Mainetti, ancora senza titolo. Ancora attraverso il fantastico, il film racconterà in un’opera corale la Roma autentica, ha dichiarato Mainetti.

Arriverà presto anche La befana viene di notte di Michele Soavi con Paola Cortellesi da un’idea di Nicola Guaglianone, lo sceneggiatore di Lo chiamavano Jeeg Robot e Indivisibili.

Andrea Occhipinti si è detto fiducioso sul cinema italiano e sull’idea di diversificare l’offerta della Lucky Red:

Si parla tanto delle serie televisive, ma noi vogliamo produrre cinema. Crediamo nel cinema e continuiamo a investire”.

 

LEGGI ANCHE:  Che lingua si parla ne Il Primo Re? Breve analisi linguistica del protolatino