Death Note – Per fare “Giustizia” bastano carta e penna.

0
254

Death Note è un anime (adattamento dell’omonimo manga) diretto da Tetsuro Araki e trasmesso in Giappone tra il 2006 e il 2007 per un totale di 37 episodi di 20 minuti ciascuno.

La storia ruota attorno a Light Yagami, un ragazzo annoiato dal suo stile di vita abitudinario e stanco di essere circondato da una società pervasa da crimini e corruzione. Egli è il figlio che tutti vorrebbero: studente modello (miglior studente di tutto il Giappone), bella presenza, capacità intellettive e di deduzione fuori dal comune, grandi doti oratorie ed eccezionale dedizione al lavoro. La sua vita prende una svolta decisiva quando trova nel cortile della sua scuola un misterioso quaderno nero, intitolato “Death Note”.

 

Sul retro del quaderno sono appuntate cinque semplici regole necessarie per poterlo utilizzare al meglio anche se, con il passare del tempo, si apprenderà che le regole sono molte di più e le modalità di utilizzo del Death Note innumerevoli.

I) L’umano il cui nome verrà scritto su questo quaderno morirà.

II) Affinché il quaderno abbia effetto, occorre avere in mente il volto della persona di cui si scrive il nome. In tal modo si evita di colpire eventuali omonimi.

III) Se entro 40 secondi dopo aver scritto il nome, vengono indicate le cause della morte, questa avverrà nella maniera stabilita.

IV) Se le cause della morte non vengono specificate, le vittime designate moriranno per arresto cardiaco.

V) Dopo aver indicato le cause della morte, si hanno 6 minuti e 40 secondi per scrivere eventuali dettagli sulle condizioni della stessa.

 

Inizialmente scettico sulla sua autenticità, Light si ricrede quando prova con successo il quaderno su due criminali e incontra il vero proprietario del Death
Note, uno shinigami di nome Ryuk; un Dio della morte che ha fatto cadere il proprio quaderno sulla Terra e che è visibile e udibile solamente dal proprietario o chiunque riesca a toccare anche solo un frammento del Death Note.

Visto il potere micidiale di quest’arma, Light inizia ad avere manie di grandezza uccidendo di volta in volta i criminali più pericolosi, con l’obiettivo utopico di purificare la Terra e diventare il nuovo Dio di un mondo ideale, senza più Guerre e abitato solamente da persone leali e di buon cuore. Da questo momento Light si trasformerà in “Kira”, spietato assassino, “eroe” senza volto destinato ad imporre all’umanità la propria idea di giustizia.

 

Tuttavia, quando inizia a mettere in pratica il suo proposito, il crescente numero di morti inspiegabili attira l’attenzione degli agenti dell’Interpol e di un famoso detective privato conosciuto come “L”. Egli è considerato il miglior investigatore del mondo dato che ha risolto decine di casi senza mai lasciarne uno in sospeso. È dotato di un’intelligenza superiore, grande intuito e delle capacità di deduzione formidabili ma, in particolare, ha una caratteristica che renderà la vita dura a Kira: nessuno lo hai mai visto in faccia o conosce il suo vero nome, rendendolo quindi immune al Death Note. Chi la spunterà?

Questa fantastica serie tv, piena di colpi di scena, intrighi cervellotici e dialoghi taglienti è particolarmente consigliata a chi ha appena terminato una serie impegnativa e ha bisogno di qualcosa “di transizione”; se siete alla ricerca di qualcosa di breve ma intenso, Death Note è quello che fa per voi. Lo divorerete, avete la mia parola.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here