85 anni fa nasceva François Truffaut – Top 10 dei suoi film migliori

6) Fahrenheit 451 (id.), 1966

“Non ho voluto trasmettere un messaggio, ma mostrare una forma di lotta contro l’autorità. “Fahrenheit” è contro il potere in genere, nella misura in cui il potere sottovaluta la cultura o le dà un’importanza esagerata fingendo di credere che un film, un romanzo, una commedia […] possano essere realmente pericolosi.”

5) Tirate sul pianista (Tirez sur le pianiste), 1960

“So che il risultato è ibrido, che nel film sembrano esserci quattro o cinque film diversi, ma è una cosa voluta, perché ho cercato innanzi tutto, la scissione di un genere (il film poliziesco) in un miscuglio di generi (la commedia, il dramma, il melò, il film psicologico, il thriller, il film d’amore ecc.). So che il pubblico detesta più di ogni altra cosa i cambiamenti di tono, che invece sono la mia passione da sempre. […] Con Tirez sur le pianiste volevo far piangere le donne e ridere gli uomini.”

4) Il ragazzo selvaggio (L’enfant sauvage), 1970

 

“In fondo io racconto sempre la storia di una mancanza, di una frustrazione. Les 400 coups era la mancanza di tenerezza; Fahrenheit 451, la mancanza di cultura. L’enfant sauvage è la frustrazione della conoscenza, con il tentativo ostinato di Itard di annullare questa mancanza. Lui stesso ha scritto nelle sue memorie: “Senza la civilizzazione, l’uomo sarebbe uno degli animali più deboli e meno intelligenti”. E’ un film sulla comunicazione, lo scambio, il linguaggio, la cultura.”