Gli easter eggs della Pixar

0
279

Con all’attivo 17 lungometraggi prodotti, la Pixar Animation Studios ha sicuramente segnato l’infanzia di molti bambini nati dagli anni ’90 in poi. In alcuni casi si è trattato di veri e propri piccoli capolavori, non intimiditi dalla possibilità di affascinare gli adulti forse più dei loro figli. Spesso i contenuti dei film, come nel caso di Wall-E, Inside Out o Up, hanno affrontato col garbo tipico del film d’animazione temi complessi patrimonio classico di altri generi. Ma c’è qualcos’altro che nè i giovani nè i meno giovani saranno stati in grado di cogliere e cioè quella miriade di folli easter eggs nascosti nei frames delle varie pellicole Pixar, i cui animatori si sono divertiti a creare un mondo unico e ricco di collegamenti sia interni ai propri stessi film che in riferimento ad altri cult del cinema. E’ il caso del pavimento dell’Overlook Hotel in Shining che ritroviamo anche in Toy Story.


Qualche giorno fa proprio la Pixar, per mezzo della pagina Facebook di Toy Story, ha giocato con i propri fan pubblicando un video che raccoglie numerosi di questi ester eggs sparsi tra i propri film. Svelandocosì che, ad esempio, in Monsters & Co la piccola Boo fa amicizia col mostro Mike Wazowski donandogli un piccolo pupazzo dalle chiare sembianze del protagonista di Alla ricerca di Nemo.

Oppure sparse nelle sequenze di Toy Story possiamo trovare gli insetti protagonisti di A Bug’s Life ed in quest’ultimo a sua volta notiamo il camioncino con la pubblicità di Pizza Planet di Toy Story (in una sequenza praticamente gemella di un’altra vista in Monsters & Co).

Il video ha raggiunto le 10 milioni di visualizzazioni in soli 5 giorni.

Per la verità il “Pizza Planet truck” appare in quasi tutti i film Pixar, è infatti forse l’Easter egg più ricorrente. Persino in Inside Out il suo profilo sfumato appare nelle sfere dei ricordi della giovane Riley, mentre in Cars e Cars 2 lo troviamo in entrambe le pellicole con le tipiche sembianze antropomorfe delle  macchine del film.

Non è la prima volta che vengono svelati questi segreti, già nel luglio 2015 su youtube era apparso un video che ne raccoglieva addirittura 150 ammettendo che probabilmente non era neanche tutti quelli esistenti.

Dunque pare che anche la Pixar si sia piegata al citazionismo sfrenato che nell’era di internet si autoalimenta con un combustibile infinito, esaltando e mitizzando un prodotto che già di partenza si faceva apprezzare. In attesa di Cars 3, Toy Story 4, Gli Incredibili 2 e Coco in uscita tra il 2017 e il 2018 (indizio chiaro che la serializzazione è entrata prepotentemente anche nel cinema d’animazione), i fans potranno gustarsi questi video per notare divertenti dettagli nascosti nell’universo Pixar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here