Brad Pitt vs Angelina Jolie: arrivano nuovi aggiornamenti

Tony Webb, ex capo della sicurezza di Brad Pitt e Angelina Jolie, ha raccontato nuovi retroscena sulla vicenda legale dei due attori

angelina jolie, brad pitt
Condividi l'articolo

Nuovi risvolti nella vicenda che vede protagonisti Brad Pitt e Angelina Jolie

Continuano le discussioni tra Brad Pitt e Angelina Jolie. L’ex coppia è impegnata in una battaglia legale in corso per la vendita di un’azienda vinicola francese acquistata insieme che hanno fatto venire alla luce alcuni presunti atti di violenza dlel’attore di Fight Club (qui i dettagli).

ISCRIVETEVI AL NOSTRO CANALE WHATSAPP

Recentemente Tony Webb, proprietario di un’azienda di sicurezza che ha lavorato per Angelina Jolie tra il 2000 e il 2020, e che lavora tuttora per Brad Pitt ha fatto emersere nuovi retroscena tra i due attori, raccontando, in nuovi documenti presentati alla Corte Superiore di Los Angeles dagli avvocati di Pitt, di come l’attrice abbia incoraggiato i suoi figli a “evitare di passare del tempo” con l’ex marito durante le visite di custodia.

Nella sua dichiarazione, Webb ha affermato che un assistente della Jolie aveva cercato di convincerlo ad aiutare a impedire a due appaltatori della sua società nel testimoniare nella battaglia per la custodia.

LEGGI ANCHE:  Angelina Jolie sostiene la Palestina, suo padre Jon Voight l'attacca: "Sono molto deluso" [VIDEO]

Durante la chiamata, [l’assistente] mi ha detto di aver sentito che due appaltatori che avevano fornito sicurezza personale alla signora Jolie attraverso SRS Global avrebbero potuto testimoniare nel caso del tribunale della famiglia. [Lui] poi mi ha chiesto di impedire a queste due persone di testimoniare – ha affermato Webb.

Il capo della sicurezza ha affermato che l’assistente gli aveva ricordato che gli appaltatori avevano “stipulato accordi di non divulgazione con la signora Jolie” e che l’attrice gli avrebbe “fatto causa” se avesse testimoniato nel caso. Tuttavia, uno degli appaltatori “ha specificato che intendeva testimoniare indipendentemente dalla NDA [Accordo di non divulgazione ndr], se avesse ricevuto un mandato di comparizione in tribunale“, ha affermato Webb.

Ricordando i commenti dell’appaltatore, Webb ha continuato dicendo:

Mi ha anche detto che, se richiesto, avrebbe testimoniato anche sulle dichiarazioni che aveva sentito per caso e che la signora Jolie aveva fatto ai bambini, incoraggiandoli a evitare di passare del tempo con il signor Pitt durante le visite di custodia.

Gli avvocati di Brad Pitt hanno presentato i documenti per dimostrare che Angelina Jolie aveva utilizzato lei stessa le NDA, nonostante si fosse opposta a firmarne una quando Pitt voleva comprare la loro attivitè vinicola.

LEGGI ANCHE:  Jennifer Aniston pronta a testimoniare per Brad Pitt contro Angelina Jolie

In risposta ai documenti del tribunale, un avvocato della Jolie ha detto all’UNILAD:

Il continuo tentativo di Brad Pitt di equiparare le comuni NDA per il personale di sicurezza e gli addetti alle pulizie che coprono le informazioni riservate che i dipendenti apprendono sul lavoro, con lui che chiede una NDA ampliata per garantire il continuo insabbiamento delle sue deplorevoli azioni rimane vergognoso.

Questo caso non riguarda le NDA in generale, ma riguarda il potere e il controllo. Tutto ciò che Angelina ha sempre desiderato era la separazione e la salute, con rapporti positivi tra tutti i membri della loro famiglia, compreso il signor Pitt. Attende con ansia il giorno in cui lui sarà finalmente in grado di lasciarla andare.

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa