28 anni dopo, Comer e Hunnam possibili protagonisti

Daniel Richtman ha rivelato che Jodie Comer e Charlie Hunnam potrebbero essere i protagonisti di 28 anni dopo

28 anni dopo
Condividi l'articolo

28 anni dopo potrebbe avere un cast di livello assoluto!

Qualche settimana fa è stato annunciata la produzione di 28 anni dopo, terzo capitolo della saga iniziata con 28 giorni dopo, horror post apocalittico di Danny Boyle con Cillian Murphy del 2002 e proseguita 5 anni dopo con 28 settimane dopo. Da quel momento in poi non abbiamo avuto notizie circa la trama e il cast che, tuttavia, potrebbe essere davvero di altissimo livello.

L’insider Daniel Richtman ha infatti riferito che Jodie Comer è in trattative per un ruolo da protagonista in 28 anni dopo. A ciò ha fatto seguito la notizia aggiuntiva secondo cui anche Charlie Hunnam è in trattative per diventare un co-protagonista al suo fianco. Quando il progetto fu annunciato per la prima volta, circolavano voci secondo cui anche Cillian Murphy avrebbe potuto riprendere il suo ruolo da 28 giorni dopo, anche se al momento non è stato confermato. Tuttavia, l’attore irlandese ha anticipato di essere “disponibile”, suggerendo di essere aperto a un ritorno.

LEGGI ANCHE:  28 anni dopo, Cillian Murphy tornerà in 'modo sorprendente'

ISCRIVETEVI AL NOSTRO CANALE WHATSAPP

Sebbene il ritorno di Murphy come attore non sia confermato, sarà a bordo come produttore esecutivo. Dopo che Sony ha ottenuto i diritti, è stato inoltre rivelato che il progetto sarà diviso in due film. Danny Boyle, che ha diretto l’originale 28 giorni dopo, tornerà alla regia, ma solo per il primo dei due episodi. Alex Garland invece, lo scrittore del primo film, scriverà entrambe le pellicole.

Prima di 28 giorni dopo, non c’erano molti film sugli zombie: era un genere un po’ morto. Danny e Alex lo hanno riavviato – ha detto Murphy sul motivo per cui il film originale ha avuto un tale impatto sul genere quando è uscito nel 2002. La quantità di meme – so cos’è un meme – che tutti mi hanno inviato durante la pandemia di 28 giorni dopo è stato pazzesco. Dimostra semplicemente che la buona scrittura è preveggente, rimane sempre preveggente e relativa.

Che ne pensate? Curiosi di questo 28 anni dopo?

Seguiteci su LaScimmiaPensa

LEGGI ANCHE:  28 anni dopo si farà! In arrivo una nuova Trilogia di film