Abatantuono su Fedez: “Mi fa tenerezza, è stato tradito”

Parlando con Il Messaggero, Diego Abatantuono ha dato la sua opinione su quanto accaduto a Fedez

diego abatantuono, fedez
Condividi l'articolo

Diego Abatantuono dice la sua su Fedez

Su Prime Video è appena arrivata la quarta, attesissima stagione di LOL – Chi ride è fuori (qui il trailer) che vede tra i concorrenti anche Diego Abatantuono. Il grande comico milanese si è seduto a parlare di questa esperienza col Messaggero dove ha dato la sua opinione su quanto accaduto a Fedez, presentatore e concorrente dello show.

ISCRIVETEVI AL NOSTRO CANALE WHATSAPP

Mi dispiace non averlo conosciuto meglio. Mi pare intelligente. Non arrivi a fare un lavoro come lo fa lui, indipendentemente dal giudizio che ho sulla sua musica, se non lo sei. È diventato un’industria. Lo stimo. Sono deluso per quello che gli è successo. Mi mette tristezza pensare che persone come lui e la moglie siano stati traditi da gente pagata per seguirli. Avvocati, consulenti: se hanno fatto una leggerezza, qualcuno avrebbe dovuto aiutarli ad accorgersene. Mi fa tenerezza

Parlando poi della sua attività di comico e della sua partecipazione a Lol, Diego Abatantuono dice:

LEGGI ANCHE:  Codacons contro Fedez: il video di Mille contiene pubblicità occulta

Lo so, la vita è altro. Stare con i figli e con gli amici, fare il meno possibile. Ma se mi propongono una cosa interessante, la faccio. Per fare il comico c’è una sola regola: andare a pranzo con quelli bravi, farci l’aperitivo al bar. Io a quindici anni giocavo a Trivial con i Gatti del Vicolo Miracoli (Gianandrea Gazzola, Spray Mallaby, Umberto Smaila, Nini Salerno e Franco Oppini, ndr), persone di grande cultura. Con loro ho imparato anche i congiuntivi

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa