Elon Musk denunciaOpen AI per questioni di lucro

Elon Musk ha recentemente sporto denuncia alla nota startup OpenAI, per la quale lo stesso Musk aveva lavorato fino al 2018.

Elon
Credits: Youtube/Elon Musk (Full Interview) | Real Time with Bill Maher (HBO) Credits: Youtube/Introducing GPT-4
Condividi l'articolo

Dietro la denuncia di Elon Musk ci sarebbero motivi legati ai profitti della startup

Il noto imprenditore miliardario Elon Musk ha recentemente sporto denuncia alla nota startup OpenAI, per la quale lo stesso Musk aveva lavorato fino al 2018. In particolare Musk, che è stato membro fondatore del consiglio d’amministrazione di Open AI che ha creato ChatGPT, avrebbe accusato Sam Altman, l’AD della società, di aver violato l’obiettivo principale per la quale Open AI era stata creata, anteponendo di fatto il beneficio e il progresso dell’umanità per massimizzare al meglio i profitti.

La causa è stata depositata giovedì a San Francisco e viene dichiarato come lo sviluppo da parte di OpenAI dell’intelligenza generale artificiale (AGI), un tipo di AI che sarà in grado di svolgere compiti pari o addirittura superiori all’intelligenza umana, sia ormai una questione di lucro più che di progresso scientifico-tecnologico. Lo dimostra, secondo Elon Musk, la violazione dell’accordo costitutivo di Open AI da parte di Altman, nel momento in cui lo stesso AD ha siglato un accordo di investimento con la Microsoft.

LEGGI ANCHE:  Elon Musk parla delle voci di rapporto a tre con Heard e Delevingne
Sam Altman e Microsoft
Credits: Youtube/OpenAI CEO Sam Altman on the Future of AI
Credits: Youtube/MICROSOFT NEW LOGO – NEW LOOK VIDEO !

Il contenuto dell’accusa afferma esplicitamente: “OpenAI Inc è stata trasformata in una filiale di fatto, a codice chiuso, della più grande azienda tecnologica al mondo: Microsoft . Sotto il suo nuovo consiglio di amministrazione, non sta solo sviluppando, ma sta effettivamente perfezionando un’AGI per massimizzare i profitti per Microsoft, piuttosto che per il beneficio dell’umanità”.

Per il fondatore Elon Musk l’AGI rappresenta una minaccia concreta per l’esistenza umana, una tecnologia che potrebbe sfuggire rapidamente al controllo dell’uomo provocando scenari inaspettati e pericolosi. Una visione di Musk totalmente diversa rispetto a quando era membro pochi anni fa di Open AI, questo perché quando la start up venne creata, la missione più importante era no profit e voleva aiutare il mondo a crescere in maniera sana e trasparente.

Il momento in cui l’accordo costitutivo, nel quale si parla nella causa, è venuto meno, è stato quando venne creato nel 2023 GBT-4, il modello su cui si basa il chatbot ChatGBT di OpenAI. Il design di GBT-4, infatti, venne tenuto segreto, e questo ha portato Elon Musk ha ad accusare la società di non aver mantenuto le sue ideologie iniziali. Così dice la causa nel dettaglio: “Questa segretezza è principalmente guidata da considerazioni commerciali, non dalla sicurezza”.

OpenAI è stata quindi denunciata di violazione del contratto, violazione del dovere fiduciario e pratiche commerciali sleali. Probabilmente dietro a questa strategia potrebbe esserci Microsoft, che di fatto è proprietaria del modello. Questo potrebbe dimostrare come in realtà Microsoft abbia un’influenza importante all’interno di Open AI e quindi testimoniare come la società di Bill Gates possa manovrare anche le ideologie che stanno alla base dello sviluppo delle AI.

LEGGI ANCHE:  Elon Musk presenta Neuralink e cita Black Mirror [VIDEO]

Fonte: The Guardian

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa