Netflix: Avatar batte One Piece e debutta con 21 milioni di visualizzazioni

Avatar: L'ultimo dominatore dell'aria è al primo posto nella classifica Netflix dei più visti della settimana. Debutta con 21 milioni di visualizzazioni, il 15% in più rispetto al live action di One Piece

Netflix
Condividi l'articolo

Avatar: The last airbender è al primo posto nella top ten di Netflix della settimana

Avatar: The last airbender è al primo posto nella classifica Netflix dei più visti della settimana. Debutta con 21 milioni di visualizzazioni, il 15% in più rispetto al live action di One Piece

Nei suoi primi cinque giorni sulla piattaforma Netflix, Avatar: the last airbender debutta al primo posto tra i prodotti più visti con ben 21.2 milioni di visualizzazioni. Un traguardo straordinario che lo porta a superare il debutto di One Piece a settembre. Entrambi sono dei live action di due franchise molto amati ed è inevitabile il paragone. One Piece aveva debuttato con oltre 18 milioni di visualizzazioni, il 15% in meno rispetto al nuovo debutto di Avatar.

Il debutto della serie è un segnale positivo per Netflix, nonostante fosse un risultato prevedbile dato il budget e il pubblico negli USA. Ora bisognerà vedere se Avatar avrà la stessa stabilità di One Piece. Il live action dell’acclamatissimo anime infatti è rimasto alla vetta della classifica per ben tre settimane di fila, rimandendo nella top ten per un totale di otto settimane.

LEGGI ANCHE:  Il palinsesto Netflix di gennaio 2018

Il secondo posto va invece alla serie romantica “One Day“, che settimana scorsa aveva debuttato in terza posizione, riuscendo ora a guadagnare un nuovo picco in classifica con 7.5 milioni di visualizzazioni. Oltre ad Avatar sono tre i titoli che hanno debuttato in top ten. La docu serie “Can I tell you a secret“, al quarto posto con 6.5 milioni; lo special comedy “Mike Epps: ready to sell you out“, alla sette con 3 milioni di visualizzazioni; e la sesta stagione di “Formula 1: drive to survive alla posizione numero otto.

Fonte Netflix

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa