Cillian Murphy rivela perché non vuole fare foto con i fan

Cillian Murphy è attualmente uno degli attori più chiacchierati e in vista del panorama cinematografico internazionale, grazie anche alla sua ottima interpretazione in "Oppenheimer" di Nolan

Cillian Murphy
Credits: Youtube/Cillian Murphy: The 60 Minutes Interview
Condividi l'articolo

Per Cillian non voler più fare foto con i fan gli avrebbe “cambiato la vita”

Cillian Murphy è attualmente uno degli attori più chiacchierati e in vista del panorama cinematografico internazionale, grazie anche alla sua ottima interpretazione in “Oppenheimer” di Nolan, che gli sta facendo guadagnare i premi più importanti del settore. Ciò nonostante, essere sempre sotto i riflettori della fotocamera non è per l’attore una cosa così tanto piacevole.

Ebbene sì, in una recente intervista per il magazine GQ, Cillian Murphy avrebbe rivelato che non vuole più fare foto o selfie con i propri fan. Al riguardo ha infatti dichiarato: “Non faccio foto. Una volta che ho iniziato a farlo, la mia vita è cambiata. Penso solo che sia meglio salutarci e fare una piccola conversazione”. L’attore ha espresso quello che è un po’ il sentimento comune di molti altri colleghi e artisti come lui: “Lo dico a molte persone, sai, ai miei amici attori e loro dicono semplicemente: ‘Mi sento così male.’ Ma non hai bisogno di una foto di tutti i posti in cui sei stato in un giorno”.

Credits: Instagram/ Pubity

L’attore, inoltre, durante l’intervista, ha voluto fare anche una sorta di riepilogo della sua attuale carriera, spiegando come la popolarità di un divo sembri andare “a ondate”. Per Cillian in particolare, la fase più popolare della sua carriera sembra essere stata quella in cui la serie cult “Peaky Blinders” ha raggiunto il suo apice:

LEGGI ANCHE:  Cillian Murphy, 28 giorni dopo è l'unico suo film che rivede

“Sentiresti un’energia diversa intorno, camminando in giro, un po’ come faccio adesso, ma poi si calma di nuovo. Arriva a ondate. E poi per anni non c’è niente al cinema e la gente se ne dimentica. COSÌ. Sembra che sia così, e in un certo senso lo attraversi, e poi le cose tornano alla normalità”.

Naturalmente per Cillian la questione della popolarità sembra essere solo all’inizio: con “Oppenheimer” la sua visibilità al pubblico è aumentata considerevolmente e ci chiediamo quanto ancora possa occupare i grandi schermi delle sale cinematografiche.

Fonte: Extra.ie

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa