The Last of Us: il significato di I Got You Babe, la canzone ballata da Ellie e Riley [VIDEO]

Ellie
Condividi l'articolo

Ellie e Riley ballano sulla canzone sia nel videogioco che nella serie: la versione è di Etta James e risale al 1968

Un momento molto importante nella trama di The Last of Us, che riguarda Ellie e Riley, trova come sfondo la canzone dal titolo I Got You Babe, risalente in una versione di Etta James (che è quella che sentiamo) al 1968 ma originariamente scritta da Sonny Bono e da lui registrata assieme a Cher nel 1965.

I brano viene in entrambe le occasioni scelto da Riley per dimostrare ad Ellie gusti musicali “seri” (ossia, tendenti alla black music) e porta le due ragazze a scatenarsi in un momento delicato del loro rapporto: Riley sta per partire con le Lucciole ed Ellie non vuole perderla. Quindi si diverte con lei, tra momenti di gioia e malinconia, non sapendo bene come fare per farla restare.

La canzone quindi fa in qualche modo da sfondo all’esposizione del loro affetto e, come i fan dei giochi bene sanno (e sa chi ha visto l’episodio sette della serie), al bacio tra le due. Sappiamo anche che purtroppo la loro passione si fermerà qui, perché poco dopo questa scena (ripresa quasi identica nella serie, ma con delle maschere) purtroppo entrambe saranno morse dagli infetti.

LEGGI ANCHE:  The Last of Us: il significato della canzone di Linda Ronstadt cantata da Bill [VIDEO]

Il brano venne scritto da Sonny come risposta ad It Ain’t Me di Bob Dylan e come celebrazione di un giovane amore spontaneo scongiurato da “loro”, grandi adulti responsabili e bacchettoni. Se aggiungiamo che in questo caso si tratta di un amore omosessuale, possiamo ben immaginare i sentimenti delle due ragazze.

Le quali, tuttavia, sembrano decise a non frapporre tra di loro più alcun ostacolo. E la canzone fa da preludio a questa loro decisione: “Dicono che siamo giovani e che non sappiamo / Non capiremo finché non saremo cresciute / Bé non so se tutto questo è vero / Perché tu hai me e io ho te, piccola”.

Bisogna anche capire che il brano risale al 1965, un’epoca cioè in cui la società (anche quella occidentale) era ancora molto moralista e un amore giovane veniva spesso visto come sconsigliabile, ingenuo e sconsiderato. Motivo per cui il pezzo di Sonny & Cher venne considerato anche un po’ come “rivoluzionario”.

E la dose venne rincarata da Etta James, cantante nera, che la rese doppiamente rivoluzionaria con la sua interpretazione soul nel 1968. Un inno all’amore che poi, nel 2014 (anno di uscita del DLC Left Behind, che ci presenta le vicende di Ellie e Riley) rese la canzone di rottura per la terza volta in quanto sfondo dell’esplosione di una passione omosessuale.

LEGGI ANCHE:  The Last of Us: il fungo Cordyceps viene usato da secoli nella medicina cinese

Ma non bisogna dimenticare che l’affetto tra le due ragazze è soprattutto spontaneo e immediato, non frutto di ragionamenti né di schieramenti ideologici: la canzone non intende sottolineare una presa di posizione quanto piuttosto la goliardia e la semplicità del loro amore, poi soffocato come tanti altri impeti giovanili nel mondo post-apocalittico.

Continuate a seguirci su LaScimmiaSente