Fedez, la battutaccia su Emanuela Orlandi [VIDEO]

Durante un episodio di Muschio Selvaggio, Fedez si è lasciato andare ad una battuta su Emanuela Orlandi che ha scatenato non poche polemiche.

Codacons
Credits: FedezChanneL / YouTube
Condividi l'articolo

Fedez è finito nuovamente al centro della polemica, questa volta a causa di una sua battuta abbastanza fuori luogo. In uno degli ultimi episodi del suo podcast Muschio Selvaggio il rapper ha deciso di invitare il conduttore di Quarto Grado, Gianluigi Nuzzi, per parlare di Vatican Girl, serie Netflix che racconta la vicenda di Emanuela Orlandi (ve ne abbiamo parlato qui).

Il conduttore di LOL, scherzando sullo spoiler del finale ha detto Beh, innanzi tutto possiamo dire, non l’hanno mai trovata scoppiando poi in una risata incontenibile. Nuzzi, visibilmente in imbarazzo, ha commentato:

Questo è black humor, il black humor è sideralmente antitetico rispetto a un giornalista.

A questo punto è intervenuto il co-conduttore Luis Sal che rivolgendosi al giornalista ha detto:

Questo è un dato di fatto. Nuzzi deve mantenere una poker face in questo momento.

Queste parole di Fedez hanno ovviamente scatenato un putiferio online. In moltissimi si sono risentiti della battuta del rapper accusandolo di insensibilità e cattiveria. Tuttavia lo stesso fratello della Orlandi, Pietro, parlando con MowMag è stato molto più serafico rispetto alla battuta dicendosi non arrabbiato per le parole del rapper.

LEGGI ANCHE:  Fedez: RAI nega la censura, lui pubblica la telefonata [VIDEO]

Sono felice che in una trasmissione così seguita abbia trovato spazio la questione di mia sorella, è importante che al di là della risata se ne sia parlato, e per questo lo ringrazio. Però non posso negare che mi è dispiaciuto sentir ridere alla frase ‘la stanno ancora cercando’, visto che sono quarant’anni che sto facendo questo. Dai, lo perdoniamo. In tanti anni ho dovuto subire comportamenti in malafede e cattivi ben peggiori di una risata non nata sicuramente con la volontà di offendere, o mancare di rispetto (me lo auguro). Si tratta semplicemente di immaturità, come quando da ragazzini poteva scappare una risata durante un funerale

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaSente