Phoebe Bridgers difende Amber Heard e accusa Johnny Depp: “Disgustoso”

Phoebe
Condividi l'articolo

Phoebe Bridgers sostiene che la Heard è stata “la vittima perfetta” e anche che la Cancel Culture in realtà non sta cambiando nulla

Forte e di certo controcorrente la posizione di Phoebe Bridgers, cantante diventata famosissima negli ultimi anni anche per via di uscite del genere (oltre che per la sua musica) nei confronti del caso Amber Heard e Johnny Depp. E lei non sembra avere dubbi su quali parti prendere: “L’intera situazione è stata così disturbante per me”.

“Penso che ci sia stata questa falsità – e che la gente queer sia inclusa – nell’avere la vittima perfetta, o la sopravvissuta perfetta, o la perfetta rappresentazione per la tua comunità marginalizzata. Se Amber Heard ha esibito alcun comportamento neurotico, è stato usato contro di lei”.

“Poi Johnny Depp, fuori dalla sua bocca, ha ammesso alcune delle merdate più violente e pazze, al processo, e per qualche ragione la gente non è sorpresa? [Il processo] è stato trattato come una guerra tra fan. Ridere di qualcuno in tribunale? Era disgustoso. Voglio dire, e la Cancel Culture è reale poi? Chi ha perso il suo lavoro, politicamente?”

LEGGI ANCHE:  Johnny Depp: la richiesta di Sauvage è aumentata quasi del 50% durante il processo

Harvey Weinstein è in prigione per crimini sessuali veri e propri, e poi tutto è meno di quel che dovrebbe essere. Forse, hanno perso un paio di amici o un paio di lavori. Poi, cinque anni dopo, sono tutti: ‘Scusa, scusa, scusa’, e poi ritornano, ma non si scusano mai, non se ne vanno mai. Che ne pensate delle parole di Phoebe Bridgers? Fatecelo sapere su LaScimmiaSente.

Fonte: NME