Tesla: un fan di Elon Musk guida contro dei bambini per dimostrare la sicurezza dell’autopilota

Tesla
Condividi l'articolo

Un test assolutamente fuori di testa, eseguito da questo personaggio a bordo di una Tesla

Un tale Omar Qazi, fan sfegatato di Elon Musk e sostenitore a spron batutto di Tesla, ha lanciato su Twitter un appello piuttosto inquietante. Chiedendo, nientemeno, se qualcuno nelle vicinanze di San Francisco fosse stato disposto a far partecipare i propri bambini ad una prova per dimostrare la sicurezza assoluta dei sensori delle auto Tesla. E come? Correndo loro incontro.

Questo per replicare un test (con dei fantocci) eseguito a gennaio con una Tesla Model Y equipaggiata con il sistema radar Lidar, che dovrebbe appunto servire per evitare all’auto di investire oggetti o peggio ancora persone, rilevandoli per tempo. Tesla ha deciso poi di non avvalersi del dispositivo perché troppo costoso, ma questo non ha impedito a Qazi di ricreare il test con persone vere.

Bambini, appunto. Niente paura: nessuno si è fatto male, l’auto viaggiava a sole cinque miglia all’ora. E in ogni caso Qazi ha assicurato che avrebbe immediatamente preso il volante in caso di risposta negativa dell’auto. La quale, invece, si è ogni volta fermata per evitare di investire i figli Tad Pak, CEO di Volte, che li ha “prestati” all’esperimento.

LEGGI ANCHE:  Elon Musk, Neuralink sotto indagine: ha ucciso 1500 animali per la ricerca

Ma c’era bisogno di un test così drastico? Forse no ma nonostante numerose proteste via social nessuno, nemmeno lo stesso Musk (che spesso si tiene in contatto con Qazi su Twitter) è intervenuto per fermarlo. E anche se l’esperimento ha avuto “successo”, c’è da dire che il test non è stato mai eseguito a meno di venti miglia orarie. Che cosa accadrebbe andando più veloci?

Fonte: Corriere della Sera

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa