Tutti i film di Aldo, Giovanni e Giacomo, dal peggiore al migliore

Aldo, Giovanni e Giacomo sono da decenni sinonimo di grandi risate. Ecco tutti i loro film, dal peggiore al migliore.

Chiedimi se sono felice
Condividi l'articolo

Aldo Giovanni e Giacomo sono ormai da decenni un emblema della comicità italiana. Il trio milanese, nato nei lontani anni dei cabaret e delle serate brianzole, è attivo da oltre 30 anni, e nonostante le voci degli anni passati sembra sempre unito e pronto per nuove avventure.

Dagli spettacoli teatrali ai film, il trio si è discostato dalle derive che il panorama italiano stava prendendo, offrendo uno spettacolo sincero e immediato. Quando guardiamo Aldo, Giovanni e Giacomo sul palco o sullo schermo ci sembra di vedere tre amici che si divertono. Tre amici qualunque, esattamente come noi.

Nel corso degli anni il trio si è cimentato in varie esperienze al cinema, dagli esordi brillanti ad anni più bui, fino a ritrovare un equilibrio (seppur diverso, giustamente, dagli inizi) negli ultimi anni.

Ecco dunque tutte i film di Aldo Giovanni e Giacomo, dal peggiore al migliore secondo il nostro personalissimo gusto, escludendo (non certo per demeriti) le riduzioni per il cinema degli spettacoli teatrali.

10) Fuga da Reuma Park, Aldo, Giovanni e Giacomo e Morgan Bertacca (2016)

Fuga da Reuma Park

Al fondo della lista troviamo un film che difficilmente verrà difeso anche dai fan più accaniti del trio. Fuga da Reuma Park è un film stanco, decisamente poco ispirato, il cui scarso contenuto originale tenta di essere riempito dai vecchi sketch teatrali.

Veramente troppo poco per poter raggiungere anche solo la sufficienza. Nonostante il successivo film della lista fosse stato a lungo ritenuto il punto più basso della loro storia, Fuga da Reuma Park riesce nell’infausto compito di trascinare nuovamente a fondo il trio comico.

9) Il cosmo sul comò, Marcello Cesena (2008)

Il cosmo sul comò
Il cosmo sul comò

L’altro momento tristemente ricordato da tutti i fan del trio è senza dubbio l’uscita al cinema di Il cosmo sul comò.

Dopo gli anni del grande successo il trio aveva cercato di rinnovarsi, con un film ad episodi che riprendeva solo in parte elementi e situazioni dei film precedenti. Se è vero che, forse, l’ormai continua storia on the road poteva iniziare a stancare, il risultato del tentativo di superarla è stato fallimentare.

Il film è stato il primo grande flop del trio, nonostante abbia lasciato qualche scena memorabile da citare per i patiti di Aldo, Giovanni e Giacomo (Gastani Frinzi su tutti).

8) La banda dei Babbi Natale, Paolo Genovese (2010)

La banda dei babbi natale
La banda dei Babbi Natale

Al gradino basso del podio dei peggiori film troviamo La banda dei Babbi Natale, che ha l’infausto compito di rimediare ai danni del film precedente.

Continua il tentativo di rinnovare la forma, qui verso una dimensione di commedia più classica, meno teatrale e più “cinematografica”. Il film resta comunque piuttosto discreto, raggiungendo una sufficienza non ampissima che ha solo parzialmente fatto dimenticare ai fan il disastro di Il cosmo sul comò.

Sarà comunque indicativo nel definire una nuova linea nel cinema di Aldo, Giovanni e Giacomo, su cui ancora oggi i tre lavorano, meno improntata sullo sketch quanto allo sviluppo di una trama più complessa.

7) Il ricco, il povero e il maggiordomo, Aldo, Giovanni e Giacomo e Morgan Bertacca (2014)

Il ricco il povero e il maggiordomo
Il ricco, il povero e il maggiordomo

Dopo 4 anni il trio torna con Il ricco, il povero e il maggiordomo, che riprende la nuova tendenza inaugurata con il film precedente.

Il ricco, il povero e il maggiordomo è in effetti un film piuttosto riuscito. Ci troviamo di fronte, ormai è chiaro a tutti, a un trio differente da quello di 15 anni prima, che ha tentato (tra alti e bassi) di trovare una nuova voce.

Il film sembrava comunque ridare speranza ai fan storici, che dovranno inevitabilmente scontrarsi con il dramma di Fuga da Reuma Park soltanto 2 anni dopo.

1
2
Torinese d'adozione ed aostano di nascita, laureato al DAMS. Quando non è impegnato a sopravvivere si interessa in particolare di cinema orientale, di fumetto e di tappeti.