Elon Musk ha acquistato Twitter per 44 miliardi di dollari: è ufficiale

Elon Musk
Credits: TED / YouTube
Condividi l'articolo

Alla fine Elon Musk l’ha spuntata: ora Twitter è suo e questo potrebbe cambiare tutte le carte in tavola (sui social)

Ce l’ha fatta: Elon Musk è riuscito ad aggiungere Twitter alla sua collezione di prestigiose aziende. Ora potrà dedicarsi alla creazione, come da lui annunciato, di una rete social che persegua davvero la libertà di parola, dando spazio a tutti; anche ai suoi detrattori. Andrà veramente così? Questo è solo uno dei tanti aspetti dei quali ci interessano gli sviluppi.

Già alla guida di fatto di Tesla, SpaceX e Neuralink, tutte aziende leader nei rispettivi settori, ora il multi-miliardario può contare anche su una forte presenza in campo social, e per giunta tramite una delle piattaforme più utilizzate al mondo (da lui stesso in primis). Cosa potrà farne, viste le sue imprese avveniristiche, si può solo immaginare.

Dopo aver acquistato una grossa fetta delle azioni di Twitter ed essere diventato azionista di maggioranza, Musk ha capito che il consiglio di amministrazione non gli avrebbe consentito di esercitare un controllo decisivo sulla società. A quel punto ha deciso di tagliare la testa al toro, avanzando un’offerta altissima per l’acquisto e la privatizzazione della piattaforma.

Con un tweet piuttosto esplicativo Musk ha indicato nelle ultime ore come l’acquisto fosse ormai prossimo: a cifre così alte, nemmeno Twitter ha potuto resistere. Ci aspettano quindi mesi e anni molto interessanti: cosa farà Elon di Twitter? Plasmerà la piattaforma a sua immagine? O la renderà davvero libera e per tutti (ammesso che sia possibile per come lo intende lui)? Siamo curiosissimi.

LEGGI ANCHE:  Elon Musk denunciato per 258 milioni di dollari: ecco perché

“La libertà di espressione è il fondamento di una democrazia che funziona, e Twitter è la piazza cittadina digitale dove si dibattono gli argomenti vitali per il futuro dell’umanità” dice Musk, citando sé stesso sempre, immancabilmente, su Twitter. “Voglio rendere Twitter migliore di sempre, migliorando il prodotto con nuove feature”.

L’imprenditore sostiene anche di voler “Rendere gli algoritmi open source per incrementare la fiducia, sconfiggere i bot spam ed autenticare tutti gli umani. Twitter ha un potenziale tremendo, non vedo l’ora di lavorare con la compagnia e con la comunità degli utenti per sbloccarlo”.

Fonte: The Wall Street Journal

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.