Nirvana: Spencer Elden riapre la causa per la copertina di Nevermind

Nevermind, Nirvana, Spiegazione, Significato
Condividi l'articolo

L’ex-bambino della copertina di Nevermind ci riprova

Non è ancora finita. Non molla Spencer Elden, il trentenne americano che da bambino comparve nudo sulla cover di Nevermind. Parliamo dello storico album dei Nirvana che ha segnato la storia della musica. L’uomo accusa la band di pornografia infantile e di aver sfruttato illegalmente la sua immagine, comportandogli come risultato anche danni fisici e psicologici.

Pochi giorni fa la vicenda sembrava finalmente essersi conclusa, quando i legali di Elden avevano mancato di replicare alla richiesta di annullamento avanzata da parte dei Nirvana. Il giudice aveva decretato l’annullamento del caso, lasciando però a Elden e ai suoi l’occasione di riprensentare la denuncia, emendata, entro il 27 gennaio.

Ebbene, ora sarebbe accaduto proprio questo. Mercoledì 12 gennaio Elden e i suoi legali hanno presentato una nuova versione del testo, omettendo la frase secondo cui: “Gli accusati hanno beneficiato consapevolmente di quello che sanno o dovrebbero sapere essere stato un caso di traffico sessuale“.

La versione emendata ora sostiene che gli accusati: “Hanno intenzionalmente commercializzato [l’immagine] di pornografia infantile che ritrae Spencer ed influenzato la natura lasciva della sua figura per promuovere l’album Nevermind, la band e la musica dei Nirvana, guadagnando come minimo decine di milioni di dollari tutto sommato”. Come finirà?

Fonte: NME

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Sente, la Scimmia fa.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.