Morta Adalia Rose, la star dei social media aveva solo 15 anni

Adalia
Condividi l'articolo

Adalia Rose era diventata molto famosa per via della sua rara condizione genetica

Adalia Rose è morta all’età di quindici anni. L’influencer e figura storica dei social media soffriva di progeria, nota anche come sindrome di Hutchinson-Gilford. Trattasi di un disordine genetico progressivo che causa nei bambini un invecchiamento rapido e precoce, diminuendone drasticamente l’aspettativa di vita.

Nelle recenti decadi si sono registrati diversi casi famosi di questa condizione rarissima. Parliamo per esempio di Sam Berns, noto come soggetto del documentario La vita secondo Sam; e di Leon Botha, pittore e DJ sudafricano che è riuscito a convivere con la malattia fino all’età di 26 anni e ha collaborato con il famoso gruppo hip-hop Die Antwoord.

L’aspettativa di vita per chi sviluppa questa condizione, che di solito si manifesta attorno ai due o tre anni, è di tredici anni. Adalia Rose, texana, ha sfruttato il suo tempo utilizzando i social per portare consapevolezza sulla malattia e in breve tempo ha ammassato un seguito immenso di fan: 12 milioni di follower su Facebook e quasi tre milioni di iscritti al suo canale YouTube.

La ragazza è morta il 12 gennaio 2022. Ecco come la ricordano i genitori: “Lei è arrivata in silenzio e se n’è andata in silenzio, ma la sua vita è stata tutta un’altra cosa. Ha toccato MILIONI di persone e ha lasciato l’impronta più grande in tutti coloro che l’hanno conosciuta. Non soffre più e ora sta ballando su tutta la musica che ama”.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.