Il Signore degli Anelli, Elijah Wood confessa: “Non ho ancora finito il libro”

Parlando con Esquire, Elijah Wood ha raccontato di non aver ancora finito di leggere il libro de Il Signore degli Anelli

il signore degli anelli
Condividi l'articolo

Sono passati ormai 20 anni da quando nelle sale arrivò Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell’Anello, primo leggendario capitolo di una delle saghe più amate di sempre (qui l’incredibile canzone rap cantanta dal cast per celebrare l’anniversario). Per l’occasione Elijah Wood, che nel film interpreta Frodo, ha rilasciato un’intervista a Esquire durante la quale ha parlato del suo rapporto con gli altri Hobbit, Sean Astin, Billy Boyd e Dominic Monaghan.

Sono usciti a cena e mi hanno mandato una foto del mio posto a tavola senza di me, il che è davvero, davvero dolce. Si erano scritti messaggi per tutta la mattina del tipo: “Andiamo a prenderci un caffè”. Probabilmente non siamo stati in grado di uscire insieme in 16 anni

Wood aveva 18 anni quando è atterrato in Nuova Zelanda per iniziare le riprese dei 3 film . E, guardandosi indietro è stupito da quanto siano stati formativi i suoi anni su quel set.

LEGGI ANCHE:  Il Signore degli Anelli, Serkis: "La voce di Gollum creata guardando i gatti"

Era la prima volta che vivevo lontano da casa per un lungo periodo di tempo. Quindi è stato un salto da gigante per me in termini di crescita, maturità, responsabilità ed esperienza di vita. Tipo, cazzo, avevo la mia casa lì. Avevo la mia macchina. Ho avuto una vita che mi sono costruito in Nuova Zelanda interpretando un ruolo che era una grande responsabilità

Andando avanti con l’intervista, l’attore ha raccontato di aver letto il libro de Il Signore degli Anelli durante le riprese ma di non essere mai riuscito a finirlo.

Il libro è denso, verboso, è letteratura incredibile e bella, ma pesante. Ho trovato faticoso leggere il libro in tandem con tutto il lavoro che stavo facendo sul mio personaggio. Ho in qualche modo concentrato la mia attenzione sul vivere nel mondo del personaggio come scritto nelle sceneggiature fidandomi del processo. Non l’ho ancora letto, 20 anni dopo. È ridicolo che non l’abbia fatto. È la mia croce da portare. È così stupido. Tutti gli altri l’hanno letto

Voi invece l’avete letto?