Squid Game, il numero di telefono è vero: uomo riceve 4000 chiamate

Continua il successo inarrestabile di Squid Game, che ora è diventata un incubo per un uomo che è proprietario del numero che si vede nella serie Netflix

Squid Game
Condividi l'articolo

Non c’è dubbio che Squid Game sia il trend topic più caldo di questo momento e la serie di cui tutti stanno parlando. La serie di Hwang Dong-Hyuk ha fatto da poco il suo debutto su Netflix e, grazie soprattutto al passaparola, è diventato un vero e proprio fenomeno (leggi qui la nostra recensione).

La trama ruota intorno a un uomo che si potrebbe definire un fallito, Gi-Hun, che accetta di partecipare a uno strano gioco che porterà al vincitore tantissimo denaro. Arrivato sul posto, però, Gi-Hun scoprirà che il gioco a cui ha accettato di partecipare è in realtà un gioco al massacro, che mette in scena i giochi d’infanzia dei bambini coreani.

Per vincere i soldi promessi dagli organizzatori, Gi-Hun dovrà farsi strada tra cadaveri e omicidi, rendendosi conto che in una situazione del genere non c’è nessuno di cui potersi veramente fidare.

Per accettare di partecipare allo Squid Game Gi-Hun deve comporre un numero di telefono scritto su un biglietto da visita, consegnatogli da un misterioso personaggio in stazione. Bene, il numero che viene mostrato nella serie Netflix e che ormai milioni di persone hanno visto, è un numero reale. che esiste per davvero.

LEGGI ANCHE:  Squid Game: Netflix citata in giudizio a causa della serie

Il numero telefonico appartiene infatti a un uomo che vive nella provincia di Gyeonggi e che ormai – visto il successo di Squid Game – riceve circa quattromila chiamate al giorno. Messaggi e telefonate che lo raggiungono a ogni ora del giorno e della notte.

L’uomo – che ha preferito rimanere celato dietro un più sicuro anonimato – ha spiegato di non poter chiamare il proprio numero di telefono perché legato alla sua attività di lavoro.

Cosa ancora più incredibile ha ricevuto una strana proposta da Huh Kyung-young, politico a capo del Partito democratico Repubblicano che si è offerto di “comprare” il numero di telefono all’esorbitante prezzo di 70.000 euro.