Maneskin, dodicenne si trucca come loro e viene aggredito: “Gay schifoso”

Maneskin
Credits: Maneskin / YouTube
Condividi l'articolo

Un fatto tremendo è avvenuto a Ostia ai primi di giugno. E c’entrano i Maneskin

Quando un fenomeno come quello dei Maneskin assume le proporzioni che abbiamo visto e stiamo vedendo, nessuna sorpresa che scatti la corsa all’imitazione. Niente di nuovo, specie nei più giovani, costantemente in cerca di modelli a cui guardare e da imitare. Ed ecco quindi un dodicenne di Ostia che decide, di punto in bianco di truccarsi come i mebri della band.

Nulla di strano, se non che ad alcuni aggressori la cosa sembra non essere andata giù. Il ragazzo stava festeggiando l’ultimo giorno di scuola assieme ad alcuni amici presso i Parchi di Colombo, vicino a Ostia. Qui è stato preso ad insulti, con frasi come “gay schifoso”; e in seguito bersagliato con le uova.

I genitori della vittima hanno immediatamente sporto denuncia ai carabinieri che, grazie all’aiuto delle teecamere di sorveglianza, sono riusciti ad identificare due degli aggressori. Sembra che in tutto fossero almeno una ventina. Le persone coinvolte hanno parlato di “una pagina tristissima nella vita del quartiere”.

LEGGI ANCHE:  Maneskin - Zitti e Buoni: arriva la versione coreana [VIDEO]

C’è però il risvolto positivo, ossia un flash mob organizzato dai genitori stessi per sensibilizzare tutti sul sempre attuale tema dell’omofobia. Una piaga che, come vediamo, è sempre purtroppo presente nella nostra società. Il flash mob è stato chiamato, anche per questo, “tutti uniti sotto lo stesso arcobaleno”.

Fonte: Blasting News

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.