E3: Le 10 presentazioni di giochi più leggendarie di sempre [VIDEO]

In occasione dell'edizione 2021 dell'E3 abbiamo deciso di raccontarvi i 10 annunci di giochi che più hanno lasciato il segno nella storia

Cyberpunk 2077 Keanu Reeves E3
Condividi l'articolo

E3: I migliori momenti di sempre legati agli annunci di nuovi giochi

L’E3 (Electronic Entertainment Expo) è la fiera annuale di videogiochi organizzata dall’Entertainment Software Association. Si tratta di una manifestazione utilizzata dagli sviluppatori e dagli editori per mostrare al pubblico i propri titoli in uscita ed il relativo merchandise. Vista l’incombenza dell’edizione 2021 abbiamo deciso di raccogliere i momenti mai avvenuti sul palco durante le varie conferenze nel corso degli anni.

Cercheremo di ripercorrere tutti quegli episodi che sono rimasti nelle mente di tutti. Si tratta dunque di emozionanti esposizioni di nuovi giochi alternati a grandi momenti di euforia del pubblico causati da quello o quell’altro episodio.

Dunque vi attende una viaggio che vi porterà fin sul palco di Los Angeles a rivivere emozioni impresse a fuoco nel cuore dei videogiocatori di tutto il mondo. Allacciate le cinture.

Metal Gear Solid 2 Sons of Liberty – E3 2000

Questo trailer rappresenta uno dei momenti più importanti della storia moderna del gaming. Se fino a quel momento infatti i videogiochi erano visti come un medium di nicchia e in fase di sviluppo, il lavoro fatto da Kojima per Konami ha cambiato per sempre questa concezione.

Metal gear Solid 2 divenne infatti la star indiscussa di quell’edizione. Centinaia di partecipanti si radunarono allo stand Konami solo per guardare un’anteprima di quasi 10 minuti del gioco. Altre migliaia soffrirono a causa delle prime velocità di download di Internet per guardare una versione a bassa risoluzione da casa.

Da questo momento in poi tutte le case di sviluppo hanno battagliato ogni anno per creare il gioco più discusso ed apprezzato dell’E3, cosa che avrebbe portato anche a pubblicità ingannevoli come vedremo subito sotto ma che, in definitiva, ha fatto esplodere ed evolvere repentinamente il mondo del gaming.

Se i videogiochi sono quello che sono oggi, molto lo dobbiamo al genio di Hideo Kojima e quello che riuscì a presentare nel 2000 all’E3.

Half Life 2 – E3 2003

Se chiedete a qualsiasi videogiocatore la lista dei titoli più influenti di sempre, un gioco che non potrà mai mancare è sicuramente Half-Life 2. Il gioiellino di casa Valve ha fatto scuola per anni, anticipando di decenni lo sviluppo videoludico che da lì in poi si sarebbe evoluto.

Tuttavia se torniamo alla conferenza E3 del 2003, quando il gioco venne presentato, l’atmosfera di stupore che ha aleggiato attorno a questo titolo è palpabile ancora oggi. Mai nessuno si era mai spinto così oltre nell’implemento da parte del motore grafico di una fisica reale in game. Un senso di realtà quasi mai provato prima.

Un vero caposaldo nella cultura videoludica mondiale che non potevamo non citare.

Halo 2 – E3 2003

Questo è uno dei più enormi casi di pubblicità ingannevole mai creatasi durante l’E3. La presentazione di Halo 2 lasciò la platea senza parole ed entusiasmando la folla come poche volte è successo in questo tipo di manifestazione. La grafica rivelata sembrava anni luce avanti rispetto alla potenza delle macchine fino a quel momento in commercio. Sembrava effettivamente troppo bello per essere vero. Difatti non lo era.

La casa di sviluppo Bangie avrebbe rivelato in seguito infatti  che il motore su cui girava il trailer mostrato durante l’E3 non era semplicemente possibile sull’Xbox di quel tempo. Lo studio ha anche mostrato una sequenza che in realtà non era nel gioco finale e ha portato i giocatori a credere che il prossimo Halo avrebbe trascorso una quantità significativa di tempo sulla Terra.

LEGGI ANCHE:  Keanu Reeves in trattativa con la Marvel per The Eternals

Insomma col senno di poi stiamo parlando di una grande bugia. Tuttavia la reazione entusiasta del pubblico fu così gigantesca da non permetterci di escluderla da questa classifica.

Legend of Zelda: Twilight Princess – E3 2004 

Questo è uno di quei momenti dell’E3 entrati nella storia perchè in grado di modificare il modo di fare giochi in maniera irreversibile. Nintendo infatti, a causa dell’accoglienza negativa ricevuta dallo stile cartone animato di The Wind Waker, tra i giochi di Zelda più apprezzati di sempre in seguito, decise di cambiare strada e dare al suo pubblico esattamente quello che voleva.

La casa giapponese creò infatti un gioco più maturo e dall’aspetto più realistico, perfettamente in linea con le richieste del pubblico che finì per andare in visibilio una volta che il trailer terminò. La reazione che ebbe la folla in quell’edizione dell’E3 è semplicemente leggendaria. Questo evento non poté far altro che dimostrare alle varie case l’importanza di ascoltare i propri fan e di creare prodotti ad hoc per loro, creando un precedente semplicemente impossibile da ignorare in futuro.

Killzone 2 – E3 2005

Esattamente come Bangie 2 anni prima, anche Guerrilla decise di entrare nella storia dell’E3 dalla parte sbagliata. Nel 2005 infatti presentò un trailer di Killzone 2 che semplicemente lasciò tutti senza parole. Il gameplay era caratterizzato da un’esperienza cinematografica come nessuno avrebbe mai creduto, tanto che lasciò i fan sbigottiti e persi nel chiedersi se davvero sarebbe stato un gioco di prossima uscita. La risposta è la stessa data per Halo 2: era falso. Anzi, per usare le parole di Guerrilla stessa, era un  “bullshot”, parola che descrive immagini false e ritoccate nel tentativo di vendere il gioco.

La produttrice esecutiva di Guerrilla, Angie Smets, aveva spiegato che il trailer era stato realizzato come un video di visione interna su come potrebbero essere i giochi in prima persona per la prossima generazione originariamente pensato solo per uso interno. La donna ha spiegato di essersi sorpresa all’epoca di come le persone avessero creduto che quanto visto fosse reale gameplay in quanto era ovvio che fosse un qualcosa di pre-renderizzato. Evidentemente non conosce troppo bene il suo pubblico.

Fallout 4 – E3 2015

Questo annuncio entra di diritto nella nostra classifica perché rappresenta un punto di svolta nella storia moderna del gaming. Non per Fallout 4 in sé, ma per le modalità con la quali vennero utilizzati i tempi da Bethesda. Fino a quel momento infatti spesso e volentieri i giochi venivano preannunciati diverso tempo prima che effettivamente fossero pronti, cosa che obbligava i fan a lunghissime attese.

Todd Howard invece, dopo il lungo silenzio che ha seguito l’uscita di Fallout 3 e Fallout: New Vegas  ha scioccato tutti non solo presentando Fallout 4 quell’anno, ma annunciando che sarebbe uscito prima della fine del 2016. Questo annuncio, come facilmente immaginabile, lasciò tutti di stucco, mostrando come fosse possibile stupire il pubblico semplicemente cambiando le modalità di comunicazione dei progetti.

Death Stranding – E3 2016

Siamo nel 2016, solo un anno dopo la nascita della Kojima Production, casa di sviluppo creata dal geniale Hideo Kojima dopo il suo allontanamento da Konami. Nei mesi precedenti al litigio tra le due parti era stata insistente una voce che voleva il giapponese a lavoro su un nuovo capitolo di Silent Hill in collaborazione con Guillermo Del Toro e con protagonista Norman Reedus e che sfociò in P.T.

LEGGI ANCHE:  Windows 11: ecco tutte le novità annunciate da Microsoft

Si trattava di uno dei momenti di gameplay horror più intensi mai provati. A chi riusciva a finire i 10 minuti previsti dal teaser veniva mostrato il volto del protagonista, Reedus per l’appunto. Tuttavia di quel progetto, per ovvi motivi, non se ne fece più nulla e di quella collaborazione non si ebbero più notizie. Fino a questo momento.

Death Stranding dunque, gioco in esclusiva per PlayStation e con attore principale proprio la star di The Walking Dead, prese la platea di Los Angeles totalmente alla sprovvista. Il solo volto di Reedus riuscì a far esplodere il pubblico come un’autentica Santa Barbara. Si, Hideo Kojima era tornato.

God of War – E3 2016

Erano ormai 6 anni che Kratos aveva finito di sterminare gli Dei dell’Olimpo nel terzo capitolo della leggendaria saga di God of War (qui tutta la storia del Fantasma di Sparta). I Santa Monica Studios avevano da poco finito a lavorare alla supervisione di The Order: 1886, uno di quei titoli che accompagnò il lancio di Playstation 4.

Nessuno si aspettava di vedere il ritorno dello Spartano, accompagnato da un bambino, specialmente nelle fredde terre del Nord. Dunque all’inizio del trailer, quando ad essere inquadrato è il solo Atreus, in sala nessuno capisce cosa in realtà stia vedendo. Fino a quando ecco sbucare il volto invecchiato di uno dei personaggi più iconici e amati della storia videoludica (qui la nostra classifica dei migliori protagonisti di sempre).

Non potremo aggiungere nulla che non capireste da soli ascoltando il tremendo boato del pubblico in visibilio che ha accompagnato il ritorno del Fantasma di Sparta.

Final Fantasy 7: Remake – E3 2015

Erano anni che giravano voci che volevano la produzione di un remake ad hoc di Final Fantasy 7, forse il capitolo più amato di una delle saghe più giocate di sempre. Il pubblico, vista l’ondata di rifacimenti di vecchi giochi, bramava questa opera in maniera quasi ossessiva tanto che il ritorno di Cloud Strife era divenuto una vera e propria leggenda metropolitana.

Quando dunque la chioma bionda del nostro amato eroe e la sua enorme Spada potens legata dietro la sua schiena apparvero sullo schermo, il pubblico non poté che, incredulamente, esplodere in fragorosi applausi. Perché è vero che a volte capita che i sogni restino solo sogni, ma qualche volta si esaudiscono. E quando succede, la reazione è esattamente quelle che potete percepire in questi 2 minuti di video.

Cyberpunk 2077 – E3 2019

Cosa succede se uniamo uno dei giochi più attesi di sempre ad uno degli attori più amati al mondo? Se la risposta che avete dato è “breathtaking”, avete indovinato.

L’E3 del 2019 ebbe un protagonista assoluto, Keanu Reeves. L’attore di Matrix ha infatti dato il volto a Johnny Silverhand, uno dei protagonisti di Cyberpunk 2077, attesissimo nuovo titolo di CD Projekt RED. Salendo sul palco di Los Angeles a seguito di una rapida occhiata data al trailer del gioco, Reeves conquistò tutti, scatenando uno dei più giganteschi fenomeni mediatici della storia del medium.

Certo, tutte le vicende ruotate attorno ai problemi di Cyberpunk 2077 sono ben noti a tutti. Tuttavia questa una delle conferenze che maggiormente verranno ricordate. Poco ma sicuro.

Cosa ne pensate? Vi vengono in mente altri annunci che meritavano un posto in questa classifica? Fatecelo sapere nei commenti.