Trovati 400 chili di cocaina in un container pieno di carne di pollo

Un'operazione molto... Breaking Bad

cocaina
Condividi l'articolo

Qualcuno ha cercato di trasportare cocaina con un metodo molto “alla Fring”

Tutto è successo a Gioia Tauro. Dopo le dovute indagini la Guardia di Finanza ha scoperto 400 chili di cocaina in un container carico di carne di pollo. La droga, per la precisione, era astutamente (siamo ironici) nascosta nelle confezioni destinate a contenere la carne. Il carico era partito dal Brasile e sarebbe dovuto giungere in Kosovo.

Così non è andata, per fortuna, allorché i finanzieri hanno proceduto all’arresto di 25 persone per traffico internazionale di stupefacenti. L’azione è stata portata a termine grazie all’utilizzo delle più moderne tecnologie di indagine anti-droga. In particolare, una scansione radiogena che ha permesso di esaminare il contenuto del container per verificare “anomalie” nella merce.

Bene che l’indagine sia andata a buon fine, certo. Ma a noi cinefili e seriofili la notizia interessa perché ci riporta con la mente, impossibile che non sia così, la nostra amata Breaking Bad. E nello specifico al temibile villain Gustavo “Gus” Fring e alla sua organizzazione di smercio della metanfetamina, celata sotto la catena di fast food Los Pollos Hermanos.

LEGGI ANCHE:  Cinema Vs Serie TV Il passaggio dalla sala al piccolo schermo di casa

Come sappiamo nella serie Walter White e Jesse Pinkman vengono assunti come “cuochi” da Fring, il quale ha già diversi accordi con il Cartello della droga messicano. Con il carattere di Walt, tuttavia, poco ci vuole perché i due entrino in conflitto e la sua intera organizzazione finisce col rimetterci. Anche lui, in ogni caso, sapeva far “dialogare” droga e carne di pollo in una maniera tutta sua.

Fonte: AGI