10 curiosità su Dragon Ball [LISTA]

Dragon Ball (ed il suo creatore Akira Toriyama) ha segnato la nostra infanzia. Ecco 10 curiosità sull'anime più famoso ed amato del Maestro Toriyama.

Dragon Ball, Akira Toriyama, Goku, Vegeta
Uno degli scontri più iconici della saga: Goku vs Vegeta.
Condividi l'articolo

“Ha un’aura potentissima!”, “Il suo potere è oltre novemila!”, “Onda energetica!”. Tra i giovani di oggi (ed anche molti non più giovanissimi), è veramente difficile trovarne qualcuno che non sappia a quale serie animata appartengono queste citazioni. Sì, stiamo parlando di Dragon Ball, anime di origine nipponica tratto dal manga di Akira Toriyama.

Negli anni, grazie soprattutto alla continua trasmissione della serie in televisione, la serie è diventata una delle più amate di sempre, ed è ancora oggi seguitissima ed apprezzata.

Nonostante la sua longevità il brand continua a macinare successi, grazie soprattutto ai nuovi film ed alla serie Dragon Ball Super. Per celebrare una saga diventata ormai leggenda, andiamo alla scoperta di 10 curiosità su Dragon Ball.

1) I mille camei di Toriyama

Sono molti gli autori che amano comparire nelle proprie opere, anche solo per brevi tratti (Hitchcock su tutti). Anche lo stesso Akira Toriyama può vantare una lista di apparizioni e citazioni in Dragon Ball. L’autore si è divertito a comparire più volte all’interno della serie animata, spesso in maniera piuttosto nascosta.

LEGGI ANCHE:  Morto Enrico Bertorelli, voce di Cell in Dragon Ball Z

Qualche esempio? Un venditore di macchine nell’episodio Conigli e carote, e un disegno di un ricercato con le sue fattezze nell’episodio in cui viene introdotta Laura.

2) Il personaggio più forte di Dragon Ball?

Recentemente hanno preso piede le famose tier list, ovvero le classifiche che elencano i personaggi di un determinato franchise in ordine di potenza e forza.

Se facessimo una tier list di Dragon Ball, chi troveremmo al primo posto? Lo scettro di entità più potente dell’Universo va probabilmente a Zeno, divinità suprema che domina tutti i 12 universi, “Dio fra gli dèi”, capace di spazzar via tutto in un istante con un solo battito di ciglia.

3) Dragon Ball Z e i fondi governativi

Il successo di Dragon Ball Z negli anni è stato enorme. Talmente grande da attirato l’attenzione del governo. Per realizzare il diciottesimo film della saga, Dragon Ball Z: La battaglia degli dei, la Toei Animation ha infatti ricevuto addirittura dei fondi dal governo giapponese.

In realtà, il supporto derivava dall’associazione UNIJAPAN, che punta a promuovere tutta l’industria cinematografica giapponese, ma che riceve comunque sostentamento dalle autorità nipponiche. La battaglia degli dei è stato uno dei film che ha potuto beneficiare di questo investimento.

LEGGI ANCHE:  Dragon Ball bannato da una televisione di Valencia perché sessista

Si trattava di una cifra astronomica al tempo, circa 50 milioni di yen (circa 636.000 dollari). Soldi ben spesi? Sì, perché quando uscì Dragon Ball Z: La battaglia degli dei ha incassato al botteghino mondiale circa 51 milioni di dollari.

4) Goku e il Dio-Scimmia

Goku, Vegeta
Goku e Vegeta allo stadio di Super Saiyan 4

Le ispirazioni per creare nuovi personaggi possono arrivare veramente da ogni angolo del mondo: per Toriyama, il suggerimento per forgiare Goku è arrivato… da un dio-scimmia!

Infatti, nel pantheon cinese possiamo trovare la figura del Re Scimmia. Segni particolari: porta una coda di scimmia, usa una nuvola per spostarsi e possiede un bastone che può allungare a suo piacimento. Vi ricorda qualcuno?

E non finisce qui. Se mostriamo a un giapponese il nome del Re Scimmia in caratteri cinesi (i kanji giapponesi hanno origine cinese), leggerà proprio il nome di Son Goku.